Simona Vergaro racconta il suo incubo: “Pestata per 15 minuti dal fidanzato”. Fratellì in arresto

Simona Vergaro, fidanzata dell’influencer e rapper 1727 Fratellì, racconta il suo incubo. L’ex attrice porno racconta a Le Iene i primi momenti della loro relazione, sbocciata sui social quando lui non era così famoso.

schiave del sesso
Violenza donna (Nino Carè – Pixabay)

Simona Vergaro, ex attrice porno, parla del suo fidanzato Fratelli: Mi sembrava sincero, ed è stato questo che mi ha fatto innamorare, poi lui è diventato famoso con il video e ha iniziato a mettere in piedi uno store online che poi però si è rivelata essere una truffa.”

Simona è la povera vittima di Algero Corretini in arte Fratellì, protagonista di un amore malato e violento, ha raccontato la sua storia a Le Iene. Fratellì ad un certo punto della sua carriera ha perso la testa, ha iniziato a farsi di steroidi sui social: “Quello che si faceva in un giorno gli arrivava in un anno, lui è un narciso amava farsi vedere”.

LEGGI ANCHE —-> Incidente mortale in stazione: muore il responsabile

Un amore malato, un incubo per Simona. Fratellì è stato arrestato

prigione
prigione (Foto di Ichigo121212 da Pixabay)

LEGGI ANCHE —-> Mentre è alla tomba della figlia le rubano 60 uova di Pasqua della onlus – VIDEO

Simona parla anche della segnalazione di Chi L’ha Visto :“Era quello che voleva e io l’ho accontentato. Mi dispiace perché lui non era stupido, ma certo aveva molti problemi con le donne“.

Prima della denuncia e dell’arresto ci sono stati degli episodi di violenza ed in preda al terrore Simona si è cancellata dai social ed ha chiuso i rapporti con gli amici. Lui aveva installato delle telecamere così da poter tenere sotto controllo l’ex attrice porno.

“Mi ha fatto sentire una persona sbagliata, che ero una persona di me*** che meritavo gli sputi in faccia, ma ero innamorata, quindi…”

La prima volta che le furono alzate le mani addosso era agosto: “Io stavo per perdere i sensi”, racconta Simona. “Io sono arrivata a non mangiare, avevo l’ansia, avevo paura, da tre anni fa a questa parte non ci ho capito nulla”… “Mi ha umiliato, poi mi ha detto di aspettare nel letto e mi ha picchiato con una spranga per 15 minuti”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Rapper Fratellì e Simona
Rapper Fratellì e Simona

Mentre veniva presa violentemente a sprangate Simona ha mandato un vocale alla madre che ha allertato i carabinieri e l’ambulanza, nel mentre è arrivata in casa la figlia di Fratellì che ha esordito dicendo: “chi ha chiamato i carabinieri, qui c’è un infame”.

Le Iene hanno raggiunto telefonicamente il padre di Algero che ha riferito: “Una pizza pò volà, è educativo”.

 

 

Impostazioni privacy