Uomo accoltella diverse persone davanti ad una biblioteca: il bilancio

In un accoltellamento, avvenuto all’esterno di una biblioteca pubblica, una donna è stata uccisa e cinque persone sono rimaste ferite.

Canada accoltellamento biblioteca pubblica
(Diego Fabian Parra Pabon – Pixabay)

Terrore a Vancouver, in Canada, dove ieri un uomo avrebbe estratto un coltello e aggredito alcune persone nei pressi di una biblioteca pubblica. Il bilancio è di un morto e di cinque persone ferite dai fendenti. Secondo le autorità canadesi, l’uomo avrebbe colpito “a caso” i passanti, ma non si conoscono ancora le ragioni del crimine. Un testimone avrebbe raccontato che anche l’aggressore sarebbe rimasto ferito e trasportato in ospedale dopo essere stato raggiunto da alcuni proiettili di gomma esplosi dagli agenti di polizia intervenuti sul posto.

Leggi anche —> “La mascherina, per favore”: il cliente rifiuta e accoltella il proprietario

Canada, accoltellamento all’esterno di una biblioteca: un morto e cinque feriti

Polizia canadese
Polizia canadese (Getty Images)

Leggi anche —> Violenza per le strade: 7 accoltellamenti e 2 cadaveri estratti dal fiume

Una donna ha perso la vita, mentre altre cinque sono rimaste ferite. Questo il tragico bilancio di un accoltellamento avvenuto nel pomeriggio di ieri, sabato 27 marzo, nei pressi di una biblioteca pubblica di Vancouver, in Canada. Secondo quanto ricostruito, come riporta la redazione dell’Ansa e l’agenzia AFP, un uomo avrebbe accoltellato alcuni passanti scegliendo “a caso” le vittime all’esterno della Lynn Valley Library.

Presso il luogo dell’accoltellamento è intervenuta la polizia che, secondo il racconto di una testimone ad Afp, sarebbe stato neutralizzato dai poliziotti che l’avrebbero ferito colpendolo con dei proiettili di gomma. L’uomo, trasportato in ospedale, sarebbe già noto alle forze dell’ordine per dei reati commessi in passato.

Su quanto accaduto sono ancora in corso le indagini degli investigatori i quali, come riporta l’Ansa, sarebbero convinti che l’uomo abbia agito da solo, ma ancora non sono chiare quali siano le ragioni che lo abbiano spinto ad un simile crimine. Non si conosce anche l’identità della vittima e dei feriti, tra le quali pare possa esserci anche un bambino.

La drammatica vicenda ha sconvolto l’intera comunità locale a cui ha rivolto un pensiero il primo ministro canadese Justin Trudeau che sul proprio profilo Twitter ha scritto: “Sappiate che i pensieri di tutti i canadesi sono rivolti a tutti coloro sono rimasti coinvolti nell’aggressione della Lynn Valley. Tutti auguriamo una pronta guarigione ai feriti“.