Ubi Banca da lunedì diventa Intesa Sanpaolo: cosa cambia per i clienti?

Lunedì arriverà il passaggio di consegne: Ubi Banca diventa Intesa Sanpaolo. Cosa cambierà per i suoi 2,4 milioni di clienti? Ecco tutti i dettagli

Da lunedì 12 aprile 2021 sarà effettiva la fusione fra Ubi Banca e Intesa Sanpaolo. La migrazione, ossia il passaggio dei dati, riguarderà 2,6 milioni di conti correnti e 15 mila dipendenti. E anche i 2,4 milioni di clienti italiani dell’istituto dovranno adeguarsi alle novità. Cosa cambierà?

Innanzitutto i conti Ubi Banca con Intesa Sanpaolo cambieranno i codici Iban. Ma non c’è da temere: i soldi inviati alle vecchie coordinate bancarie, compresi gli accrediti continuativi, come gli stipendi e le pensioni, saranno automaticamente indirizzati alle nuove coordinate di Intesa Sanpaolo. Lo stesso avverrà per le domiciliazioni delle utenze. Ma l’Iban non sarà l’unica cosa a cambiare.

LEGGI ANCHE -> Bonus affitto 2021, ecco le regole per ottenere fino a 1.200 euro

Ubi Banca diventa Intesa Sanpaolo: cosa cambia per i clienti?

Ubi Banca diventa Intesa Sanpaolo lunedì cambia
Ubi Banca diventa Intesa Sanpaolo (Pixabay)

LEGGI ANCHE -> Super Cashback, la classifica è ancora aperta: i requisiti per incassare la cifra

Nel fine settimana del 10 e 11 aprile, per via della migrazione, per le carte di debito sono previsti prelievi e pagamenti di massimo 250 euro al giorno. Le carte di debito e le prepagate Ubi Banca continueranno regolarmente a funzionare fino al prossimo 31 dicembre 2021, oppure fino alla loro data di scadenza, ma sempre entro San Silvestro. Al termine della loro validità, i proprietari saranno contattati per registrare una nuova carta targata Intesa Sanpaolo.

Anche i titoli saranno trasferiti a Intesa Sanpaolo. Il personale delle filiali fornirà consulenza sulle nuove forme di investimento. A supporto dei clienti è stata creata anche una pagina sul sito di Intesa Sanpaolo, oltre al numero verde 800.500.200.

Per usufruire dei servizi digitali, i clienti privati Ubi dovranno attivare My Key, l’internet banking di Intesa Sanpaolo. Il portale per loro sarà attivo già a partire dal 12 aprile 2021.
Invece per le imprese, rimarranno disponibili le principali funzioni del Digital Banking Imprese UBI durante tutto il periodo di migrazione ad Inbiz, così da non interrompere i servizi. La clientela di Ubi Top Private invece userà Intesa Sanpaolo Private Banking.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Lotteria degli scontrini, si parte dal 1° febbraio: come partecipare e quanto si vince
Carte elettroniche (Foto di Maria_Domnina da Pixabay)

Infine gli Enti, che in Ubi Banca erano gestiti attraverso il servizio di Tesoreria e Cassa. Anche loro cambieranno piattaforma e dovranno usare Inbiz Enti da lunedì. Il vecchio servizio “Qui Ubi Enti” resterà attivo solo per fornire informazioni fino a fine mese.