L’omicidio dell’81enne sgozzata dal marito: continue liti prima della tragedia – VIDEO

L’omicidio di Tina, 81enne sgozzata dal marito, è l’ennesimo femminicidio avvenuto nel 2021. La donna è la più anziana delle vittime.

Un ennesimo omicidio ha convolto una donna. L’elenco dei femminicidi avvenuti nel 2021 si continua ad allungare. Tina, sgozzata dal marito all’alba di lunedì, è la più anziana delle vittime. La donna è stata uccisa mentre dormiva. La tragedia è avvenuta nell’entroterra di Ventimiglia. Si tratta di Rocchetta Nervina, paesino situato nella Val Nervina.  Oltre alla moglie, Sartori ha ucciso la loro cagnolina Luna. Poi ha tentato di tagliarsi le vene, ma non riuscendo nell’intento ha chiamato i soccorsi.

Il movente che ha spinto l’81enne ha compiere il delitto sembrerebbero essere le continue liti tra i coniugi. L’ultimo scontro era avvenuto nella mattinata di domenica in chiesa. Nonostante tutto nessuno si aspettava un simile epilogo.

LEGGI ANCHE > Uccide la moglie al culmine di una lite: arrestato un 51enne

Pensionato uccide la moglie 81enne, possibile movente le continue liti

Carcere
Carcere (Getty Images)

LEGGI ANCHE > Orrore all’alba: uccide la moglie nel sonno e si rimette a dormire

Ex alpino, ex guardia forestale, pensionato, l’81enne ha compiuto il delitto intorno alle 4,30 di lunedì. Sartori ha ucciso la moglie Tina e la loro cagnolina per poi tentare di tagliarsi le vene. Non riuscendo ha contattato i soccorsi. Ricoverato presso l’ospedale d’Imperia, è in stato di fermo. Come il marito la donna aveva 81 anni. Un ennesimo femminicidio in questo 2021. Sono 18 le donne uccise in soli tre mesi e mezzo, di cui tre negli ultimi giorni. Tina è la più anziana della vittime.

L’episodio ha lasciato il paesino, di meno di 300 abitanti, senza parole. La coppia appariva tranquilla seppur capitavano liti. L’uomo era spesso visto per le stradine con la loro cagnolina.

“Li ricordo a passeggio col cane, due persone miti. Quando mi hanno riferito dell’accaduto non volevo crederci, pensavo che avessero sbagliato famiglia”, il comento del sindaco di Rocchetta Nervina, Claudio Basso.

La coppia abitava in via Umberto, nel centro storico. Il movente sembra che sia stato determinato dalle continue liti tra i due. I coniugi si erano scontrati il giorno prima della tragedia. Tuttavia non è stato chiarito quale sia stata la ragione dello scontro.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Carabinieri

Sono in corso le indagini. I militari dell’Arma stanno eseguendo tutti gli aggiornamenti per ricostruire la vicenda.