Riconoscete una moneta di 20 centesimi? La cifra del valore è assurda

Vi è mai capitata tra le mani, una moneta di 20 centesimi, incisa in maniera insolita? Se sì, non spendetela, potreste aver fatto l’errore più grande

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Yari Pignotti (@yaripignotti)

I “campioni” della numismatica sono chiamati ad accorrere in massa e giudicare un “pezzo” pregiato tra le monete della valuta in centesimi di “Euro”, divenuto già leggenda. Molti collezionisti di oggeti particolari non possono non prendere in esame, una “fortuna” in termini di rivendita all’asta.

Certo, non è il miglior periodo di fronte al quale ci troviamo, per poter pensare di investire su un oggetto pregiato, dal valore spropositato. Eppure al mondo c’è chi è alla costante ricerca di modellini da collezionare, appassionati di primo ordine che spenderebbero una fortuna intera, pur di accaparrarseli.

Stavolta l’attenzione più grande va inevitabilmente riposta su una venti centesimi di Euro, tra i più comuni nei supermercati e nei negozi di vendita al dettaglio

LEGGI ANCHE —–> Gratta e Vinci: con un biglietto di 3 euro porta a casa una fortuna

La particolare moneta da 20 centesimi: come è fatta e la cifra esatta per rivenderla

Riconoscete una moneta di 20 centesimi? La cifra del valore è assurda
Monete antiche (Foto di Alexandra ❤️A life without animals is not worth living❤️ da Pixabay)

LEGGI ANCHE —–> Avete una moneta da 50 lire? Il suo valroe potrebbe sorprendervi

Quante volte ci sarà mai capitato di mettere all’asta o parteciparvi per ottenere l’oggetto più prestigioso, mai ricercato, ma giudicato “leggenda” dai numismatici? Oggi, il pensiero degli intenditori in tal senso ricade addirittura su una moneta ancora in circolo e molto comune nel commercio di piccola “taglia”.

Qualcuno parla già di aste Ebay per accaparrarsi una rarissima moneta da 20 centesimi. Si tratta di una moneta proveniente dalla Germania, descritta con l’anno di coniazione in vista, mancante di un numero.

Il “2001” infatti è privo del “2” e già questo aspetto, paragonabile ad una ingenua dimenticanza innalza alle “stelle” il suo valore. Sulla facciata principale è rffigurata una “Seminatrice” di origine francese, come testimonia la sigla “RF” accanto, dal significato, “Repubblica Francese”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @toredg

La raffigurazione della lavoratrice è simbolo di emancipazione femminile, libertà, senso del dovere. Come quello dei collezionisti che rispolverandola “ex novo” possono giudicare questo raro esemplare di “20 centesimi” una fortuna in termini di guadagno: per potersene privare, i possessori chiedono una cifra vicino ai 150.000 euro