Spaccio in pieno giorno al “boschetto dell’eroina”: nessun controllo, situazione al limite

Terribili scene di degrado urbano a Rogoredo. Spaccio in pieno giorno al “boschetto dell’eroina”: nessun controllo, situazione al limite

spaccio Boschetto eroina Rogoredo
Il “Boschetto dell’eroina” a Rogoredo (screenshot)

Le periferie di Milano sono sempre più degradate. E si torna a parlare del quartiere di Rogoredo, afflitto da problemi di traffico di stupefacenti. La sua area verde è nota come il “boschetto della droga”, una zona scarsamente presidiata, ostaggio di criminali e sbandati. E in queste ore l’europarlamentare della Lega Silvia Sardone ha lanciato sui social un video di denuncia. Ha mostrato la nascita di un altro punto di spaccio nelle vicinanze e la mancanza di adeguati controlli sul territorio.

“In fondo a via Rogoredo, al confine col campo rom di via Impastato, c’è il nuovo boschetto dell’eroina, circa un chilometro più avanti rispetto alla precedente piazza di spaccio“, afferma la politica. Sardone che è anche consigliera comunale a Milano in un video racconta l’area disagiata. E attacca la sinistra: dov’è la riqualificazione che la giunta comunale aveva promesso?

LEGGI ANCHE -> Aiello vittima di uno scherzo de “Le Iene”: “Arrestato per traffico di droga”

Spaccio in pieno giorno al “boschetto dell’eroina”

LEGGI ANCHE -> Stefano De Martino, piovono ancora critiche: il napoletano asfaltato

Le immagini sono sconvolgenti: anche in pieno giorno c’è chi si buca o va alla ricerca di stupefacenti. “Ci sono decine e decine di tossici che vengono per acquistare dosi e drogarsi a cielo aperto; alcuni di loro si sono anche accampati con tende e vivono di fatto lì, in mezzo a sporcizia, rifiuti e siringhe“, accusa Sardone.

La situazione di Rogoredo è al limite, come testimoniano i cittadini che si lamentano per l’elevato livello di delinquenza soprattutto durante le ore serali. Nei pressi della stazione omonima (una delle più grandi di Milano), anche Cascina Palma, un edificio dismesso, ormai è in mano a persone dedite alla compravendita di droghe.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

spaccio boschetto eroina
La situazione a Rogoredo (screenshot)

Alla fine del video di denuncia, Silvia Sardone esorta ancora il sindaco di Milano Beppe Sala e l’intera giunta comunale a porre un rimedio definitivo a situazioni simili. “La smettano di dire che nel quartiere va tutto bene: vengano qui a farsi un giro e lo scopriranno da soli. Basta bugie, Milano e i suoi quartieri meritano rispetto“.