Fedez smaschera la RAI, loro negano tutto e lui tira fuori le prove VIDEO

Fedez smaschera la RAI, loro negano tutto e lui tira fuori le prove. Il cantante con il suo discorso al concertone ha messo in crisi i vertici: “Ho le prove”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

U n   p o s t   c o n d i v i s o  d a   F E D E Z   ( @ f e d e z)

Oggi si è tenuto uno degli eventi più attesi dell’anno: il concertone del 1° maggio, dove tantissimi artisti si esibiscono in onore di questa festa. Tra i vari artisti presenti quest’anno abbiamo visto Fedez, che ha deciso di scrivere un discorso da leggere una volta salito sul palco per esibirsi. Un discorso inaspettato e che ha fatto molto discutere, perché il cantante ha fatto sentire la telefonata con i vertici della Rai.

LEGGI ANCHE -> Achille Lauro, le inaspettate dichiarazioni su due importanti artisti

Fedez risponde dopo la polemica sul suo discorso al concerto del 1° Maggio

Fedez, infatti, ha raccontato di essere stato costretto a censurare il suo discorso. In particolar modo, la parte in cui ha parlato della DDL Zan, la legge contro le discriminazioni. Nonostante questo, il cantante è salito sul palco e ha deciso di leggere comunque il discorso, sapendo di rischiare tanto. Con la voce che gli tremava, ha letto il messaggio che ha scritto e che ha voluto urlare a milioni di telespettatori. Ci ha tenuto a precisare che questo discorso gli era stato bocciato, cosa che poi la RAI ha prontamente negato in un tweet. A questo punto, il cantante ha deciso di tirare fuori l’artiglieria pesante.

LEGGI ANCHE -> Amici 20, Maria De Filippi cambia la data della finale: quando avverrà

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip,No televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da FEDEZ (@fedez)

Ho registrato la telefonata, mi dispiace, non pensavo di dover arrivare a questo punto” e ha pubblicato la registrazione che, effettivamente, conferma la sua versione dei fatti.