“Maschile Singolare” racconta l’indipendenza e l’importanza dell’amore (per se stessi)

Maschile Singolare è il nuovo film di Matteo Pilati e Alessandro Guida, uscito il 4 giugno 2021 sulla piattaforma streaming Prime Video. Una storia di amore e indipendenza 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giancarlo Commare (@giancarlocommare)

Quanto è importante trovare se stessi e non dipendere per nessuna ragione al mondo da un compagno? Maschile Singolare parla proprio di questo: Antonio (Giancarlo Commare) il nostro protagonista, si ritrova improvvisamente solo e smarrito quando suo marito decide di lasciarlo dopo 12 anni di relazione. Tutto d’un tratto solo, Antonio si rende conto che la sua vita girava attorno al marito Lorenzo, dal quale dipendeva economicamente e psicologicamente. Si ritrova così con le spalle al muro, costretto a cercarsi una casa e un lavoro in fretta per poter sopravvivere anche senza di lui. Prende una stanza in affitto da Denis (Eduardo Valdarnini), un ragazzo stravagante e curioso che alla fine si rivela essere un ottimo amico.

 TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Giancarlo Commare, chi è il nuovo volto delle fiction Rai

“Maschile Singolare” di Matteo Pilati e Alessandro Guida

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianmarco Saurino (@giasau)

Quando trova lavoro in una panetteria conosce Luca (Gianmarco Saurino), il suo capo, che oltre a permettergli di ottenere un’indipendenza mai avuta prima, si rivela un’ottima spalla per lui. Gli consigli per aiutarlo ad uscire di nuovo di casa, conoscere ragazzi e cominciare a vivere una giovinezza a cui mai si era concesso di appartenere. Nonostante Luca sia palesemente preso da Antonio, non lo costringe ad un nuovo importante legame come l’ultimo che ha avuto e lo osserva da lontano mentre cresce e trova finalmente se stesso. “Maschile Singolare” racconta tante vite separate, alcune che si incrociano al momento giusto e alcune invece a quello sbagliato, e insegna una cosa fondamentale: i legami sono importanti ma non indispensabili. I legami devono far crescere e migliorare, ma mai arenare e creare assuefazione. Bisogna darsi sempre la possibilità di stare bene da soli, di camminare sulle proprie gambe e mai su quelle di qualcun altro.

Fin da piccoli ci dicono che per essere felici bisogna essere in due. Questa è la regola. Poi cresci e ti fai le tue di regole. Se non lo fai, se non capisci chi sei, cosa vuoi, finirai sempre per trovare qualcun altro che lo farà al posto tuo e che ti detterà le sue di regole“.

TI POTREBBE ANCHE INTERESSARE –> Il film italiano su Netflix che non potete assolutamente perdervi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandro Guida (@ale.guida84)

Maschile Singolare è stato girato in sole tre settimane ed è stato “autofinanziato”: nel 2019, infatti, Matteo Pilati è stato licenziato dall’azienda in cui lavorava e ha deciso di investire tutta la sua liquidazione in questo film.