Cani, come accorgersi e trattare l’ernia del disco in 2 step

Credete che i vostri cani possano soffrire di ernia del disco? Oppure volete sapere come risolvere il problema? Ecco le risposte.

Cani ernia disco trattare accorgersi
Un cane (Getty Images)

L’ernia del disco è uno dei problemi più temibili per i vostri amici a quattro zampe. Se è vero infatti, che come gli uomini, possono arrivare a soffrirne altrettanto facilmente, accorgersi del loro problema potrebbe essere meno immediato, così come assicurare all’esemplare affetto da tale patologia le giuste cure ed accorgimenti per evitare che la situazione in futuro possa peggiorare.

Innanzitutto è bene specificare di come esistano due tipologie differenti di ernie al disco, quella dovuta ad una degenerazione cartilaginea oppure alla degenerazione fibrosa. Dovranno essere dunque adottate modalità differenti di intervento a seconda del tipo di degenerazione.

Leggi anche —>>> Cani e Gatti, l’amore esiste: le razze che vanno perfettamente d’accordo

Cani, come accorgersi e trattare l’ernia del disco

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @musetti_animaletti

Potrebbe interessarti anche —>>> Baciare un cane: le conseguenze che molti ignorano

Esiste inoltre una scala, da 1 a 5, volta a simboleggiare la potenziale gravità di questa patologia. Se il suo stato non risulta essere troppo grave, e dunque non prossimo ad una vera e propria paralisi connessa alla degenerazione, si potrà così valutare l’ipotesi ed evitare almeno per il momento un intervento chirurgico e sottoporre il vostro cane ad altri trattamenti meno invasivi. Anche il semplice riposo, purché sia totale, accostato ad mirata preparazione farmaceutica potrebbero far lui avvertire meno i sintomi evitando in tal modo di peggiorare la situazione.

Uno dei sintomi primari che si manifesta in virtù di tale degenerazione vertebrale è l’impossibilità totale o parziale di movimento degli arti posteriori nell’animale. Se il vostro cane sembra trascinarsi, piuttosto che muoversi normalmente, se è solito tenere la testa verso il basso, oppure sembra apparire meno in forze del solito ed esibire difficoltà nel svolgere le sue attività fisiologiche, allora potrebbero trattarsi di ernia del disco e potrete rivolgersi con immediatezza al vostro veterinario di fiducia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @musetti_animaletti

Infine, nonostante le dovute perplessità e preoccupazioni spesso espresse dai loro padroncini, nell’eventualità di dover ricorrere ad un’operazione chirurgica, unico modo in cui il problema potrà dichiararsi definitivamente risolto, è bene tenere a mente che il 90% degli interventi effettuati per l’insorgere di un’ernia al disco sono destinati ad andare a buon fine.