Dopo la laurea il dramma: la storia di Alessia Genovese morta a soli 25 anni

Alessia Genovese si è spenta a soli 25 anni. La giovane, fin da bambina malata di distrofia muscolare, si era laureata solo poche settimane fa. 

lutto
lutto (Pixabay)

Un simbolo di coraggio e di caparbietà. Alessia Genovese, 25 anni di Torino, aveva appena coronato il sogno di laurearsi in lingue. Fin dall’infanzia soffriva di una grave forma di distrofia muscolare che negli anni era degenerata tanto da farle perdere l’uso della parola. Nel 2017 aveva avuto una cardiopatia che aveva compromesso il suo sistema cardiaco portandola nel 2020 al ricovero presso l’ospedale torinese Cto a seguito dell’aggravarsi della malattia. Nelle scorse ore il suo cuore ha smesso di battere. 

La giovane, dopo 15 mesi di ospedalizzazione, ha avuto un grave scompenso cardiaco. E’ morta attorniata dai suoi cari, straziati dalla perdita dalla brillante e giovanissima torinese.

“Alessia era un’anima pura, dolce, sensibile. Ho il cuore straziato, affranto, stretto in una morsa atroce di dolore inconsolabile”, le parole della madre di Alessia.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Precipita da una scala durante dei lavori di manutenzione: morto un uomo

Alessia Genovese: il suo sogno più grande

Alessia Genovese, mancata la 25enne appena laureata
Alessia Genovese, il momento della laurea

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >  Agghiacciante ritrovamento in un agriturismo: a lanciare l’allarme i titolari

Nonostante la perdita dell’uso della parola, Alessia è riuscita a realizzare il suo più grande obiettivo. Negli anni, nonostante la malattia, aveva portato avanti gli studi regolarmente, ma la sua situazione si era aggravata a seguito di un forte scompenso cardiaco e un conseguente trapianto di cuore.

Prima dell’operazione aveva incontrato per casualità Alberto Angela, da sempre punto di riferimento per gli amanti della cultura e della ricerca. Il divulgatore aveva spronato la giovane a non smettere di sognare. All’epoca l’incontro venne ripreso diventando virale sul web.

Da allora la storia della Genovese è diventata un esempio di coraggio. Lo scorso 7 giugno dal letto di ospedale, Alessia aveva conseguito il titolo di dottoressa in lingue. Poco prima della laurea Angela, suo supporter numero uno, le aveva mandato un video d’incoraggiamento.

18enne AstraZeneca
Ospedale (foto di HarryStueber da Pixabay)

“Ti chiedo di metterci tutta la forza e la grinta che si vede in quel sorriso, fallo per me e io ti penso”, le dolci parole di Alberto. Nella mattina di oggi la giovane è stata ricordata presso il Duomo di Torino per un ultimo saluto.