Violenta tempesta nel Nord Europa: 46 morti e almeno 70 dispersi

La violenta ondata di maltempo ha avuto come epicentri la Germania occidentale e il Belgio: l’ultimo bollettino è drammatico.

Una violenta ondata di maltempo ha colpito il Nord Europa. I principali epicentri del disastro sono la Germania e il Belgio. Tempeste, raffiche di vento e incessanti piogge torrenziali hanno colmato piccoli e medi corsi d’acqua dei Laender del Saarland, della Vestfalia e della Renania immergendo sott’acqua la parte occidentale del Paese.Tra abitazioni crollate e automobili trascinate via dalle correnti, le stime di Bild parlano di circa 200 mila persone rimaste senza corrente elettrica. La situazione è divenuta in breve tempo incontrollabile anche per il Belgio orientale. L’ultimo bollettino complessivo è davvero drammatico. A seguire maggiori dettagli riportati nelle fonti ufficiali della polizia.

NON PERDERTI ANCHE >>> Violenta ondata di maltempo: almeno 6 morti e circa 70 dispersi

Germania e Belgio in ginocchio: 46 morti, 70 dispersi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Angela Merkel (@bundeskanzlerin)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Giallo nella villa dove venne ucciso Gianni Versace: rinvenuti due cadaveri

La Germania è stata letteralmente sommersa dalle inondazioni provocate dalle piogge torrenziali; i Laender maggiormente colpiti sono il Norderno-Vestfalia e la Renania-Palatinato. I soccorsi sono ancora mobilitati nelle attività di salvataggio e delle vittime, molte delle quali rifugiate sui tetti delle case.

Dalle 6 vittime iniziali, i morti del maltempo in Germania sono passati a 42: tra questi anche due vigili del fuoco, deceduti durante l’intervento di soccorso; 70 il numero delle persone disperse. Secondo quanto riportano i media locali le operazioni di evacuazione sono al momento rallentate a causa di complicanze dovute al crollo di numerose infrastrutture e al blocco degli accessi alle abitazioni. Le piogge si sono estese anche nel Belgio orientale, provocando 4 morti; altamente critica la situazione delle province di Liegi e Namur, dove è stato attivato il piano di emergenza.

Angela Merkel si dichiara “scioccata” da quanto accaduto in Germania, lo ha riferito questo giovedì (15 luglio) Steffen Seibert. Il tweet del portavoce del governo riporta a nome della cancelliera: “Tutta la mia solidarietà alle famiglie delle vittime e dei dispersi.

 

“I miei più sinceri ringraziamenti vanno ai soccorritori e all’instancabile lavoro dei servizi di emergenza.“, ha concluso Steffen Seibert.

Fonte: Bild, Cnews