Crolla una palazzina di due piani: morto un bambino di 4 anni, tre feriti

Nella mattinata di oggi, una palazzina di due piani è crollata nella periferia di Torino. Tre persone sono state estratte vive dalle macerie.

Vigili del Fuoco
Vigili del Fuoco (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

Intorno alle 9 di questa mattina, nella periferia di Torino, una palazzina di due piani è crollata in seguito ad un’esplosione. Sul posto, dopo la segnalazione, si sono precipitate le squadre dei vigili del fuoco ed il personale medico del 118 che hanno avviato le operazioni di soccorso. Dalle macerie è stato estratto il corpo senza vita di un bambino di soli 4 anni. Altre tre persone sono state estratte vive e portate in ospedale. Tra le macerie si cercano altri eventuali soggetti dispersi.

Torino, crolla palazzina in periferia: due persone ferite estratte dalla macerie

Prima il boato, poi il crollo di una palazzina di due piani. È accaduto questa mattina, martedì 24 agosto, in strada Bramafame, nella periferia di Torino.

Stando a quanto ricostruito sino ad ora, come riferisce la redazione di Torino Today, parte dell’edificio sarebbe collassata in seguito ad un’esplosione, verificatasi intorno alle 9. Un residente, sentendo il boato, come scrivono i colleghi di Torino Today, ha immediatamente lanciato l’allarme chiamando i soccorsi.

Leggi anche —> Omicidio Vanessa Zappalà: trovato morto l’ex fidanzato ricercato dai carabinieri

Sul posto sono arrivati in pochi minuti gli operatori sanitari del 118, i vigili del fuoco del capoluogo piemontese, le squadre Usar (urban search and rescue) ed i cinofili. I soccorritori hanno estratto dalle macerie il corpo ormai senza vita di un bambino di soli 4 anni. Nella mattinata altre tre persone, tra cui anche la madre del piccolo, rimasti feriti, sono stati affidati all’equipe medica e trasportati in ospedale. I pompieri ora sono al lavoro per cercare tra le macerie altri eventuali dispersi.

Leggi anche —> Dramma in un appartamento: uomo ritrovato morto in bagno dalla moglie

Polizia
(mhp – Adobe Stock)

Intervenuti anche gli agenti della Polizia che ora, insieme ai tecnici, dovranno occuparsi degli accertamenti per risalire alle cause del crollo. Tra le ipotesi al vaglio vi sarebbe quella di una possibile fuga di gas che avrebbe innescato l’esplosione. In tal senso, il personale del Nucleo Nbcr dei vigili del fuoco sta verificando eventuali fughe di gas.