Cristiano Ronaldo e il retroscena dell’addio. I dettagli dell’operazione

Cristiano Ronaldo lontano da Torino. Le parole di Max Allegri alla vigilia della sfida contro l’Empoli avevano preannunciato l’operazione.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Il fuoriclasse portoghese, Cristiano Ronaldo ha ufficializzato la sua scelta nel giro di pochissime ore.

L’asso della rosa della nuova Juventus di Max Allegri sarebbe dovuto essere un punto fermo dello scacchiere tattico dell’allenatore livornese.

Così non è stato e a spingere l’ex “stella” del Real Madrid fuori dalla Continassa ci ha pensato proprio il diretto interessato, in occasione della conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l’Empoli, in programma domani sera all’Allianz Stadium, a partire dalle 20.45.

Cristiano ha fatto la sua scelta e non rinnoverà con noi…” aveva ribadito questa mattina Max, alle cui parole è seguita la cessione del fuoriclasse portoghese, cinque volte pallone d’oro.

Il Manchester City sembrava da ormai troppo tempo, ad un passo dall’accaparrarsi il talento di scuola Sporting Lisbona e alla fine tutto si è risolto proprio sulla sponda Manchester…

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Antonella Palmisano, oro Olimpico nella marcia 20 km. Un trionfo

Cristiano Ronaldo lontano da Torino: le cifre

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cristiano Ronaldo (@cristiano)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Calciomercato Juventus, i “doppi sensi” di Allegri spingono il fuoriclasse fuori da Torino

La Juventus ha a pochi minuti salutato il suo campione sportivo, super protagonista tra gol e prestazioni al di sopra le righe. Cristiano Ronaldo ha contribuito a tirare la “nave” verso lidi inarrivabili, ma ha “soltanto” racimolato successi in ambito nazionale.

Agnelli e Nedved non hanno digerito la volontà di andar via da Torino del talento, cinque volte “Pallone d’Oro”. “La società ha così tanto a Ronaldo, che non è stata ricambiata esattamente come ci si aspettava…”

Parole forti che vanno a sottolineare i troppi momenti altalenanti in cui CR7 non aveva brillato, lasciando la squadra in balìa dell’avversario, proprio come accaduto contro il Porto, l’anno scorso, da vittima a “preda” del cammino dei bianconeri in Champions League.

Al di là del contributo di Ronaldo alla Juve, tutto sommato efficiente per il raggiungimento degli obiettivi oggi si parla del suo addio, un’indiscrezione, divenuta certezza nel giro di pochissime ore.

Il fuoriclasse portoghese era destinato al Manchester City di Guardiola fino a poco meno di due ore fa. Da pochi minuti invece è arrivata l’ufficialità del “colpo” targato Manchester United, sull’altra “sponda” della città.

Un vero e clamoroso colpo di scena che lascia di “sasso” i dirigenti del club dell’Ethiad, che sembravano avere in pugno l’accordo con il giocatore.

Sul piatto vi erano ben 25 milioni di euro, offerta che soddisfava le richieste di Nedved. Ma a quanto pare l’ormai ex calciatore bianconero ha atteso, possiamo dire con “astuzia” il momento in cui gli addetti al mercato dei “Red Devils” alzassero l’offerta a 28 milioni.

cristiano ronaldo psg
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Cristiano Ronaldo dunque ha scelto la destinazione “United”, avvertendo difatti il richiamo del proprio cuore e in generale della storia, laddove tutto ha avuto inizio.