Covid-19, monitoraggio Iss: in calo l’Rt medio nazionale e l’incidenza dei casi

Emergono dati rassicuranti dall’ultimo monitoraggio effettuato dall’Iss ed il Ministero della Salute sull’epidemia da Covid-19 in Italia.

Coronavirus
(Getty Images)

La risalita dei casi di contagio da coronavirus, durante l’estate, ha destato non pochi timori. I numeri dell’epidemia, però, negli ultimi giorni hanno fatto registrare un calo, circostanza che emerge anche dalla bozza dell’ultimo monitoraggio effettuato dall’Istituto Superiore di Sanità ed il Ministero della Salute. Secondo il report, scende l’Rt medio nazionale, pari a 0,92 e al di sotto della soglia epidemica. In calo anche l’incidenza dei casi. Per quanto riguarda eventuali cambi di colore per le regioni, la Sicilia rimarrà in zona gialla, mentre il resto dell’Italia in zona bianca.

Covid-19, monitoraggio Iss: in calo l’Rt medio nazionale e l’incidenza dei casi

Numeri rassicuranti quelli che emergono dalla bozza dell’ultimo monitoraggio Iss-Ministero della Salute riguardante l’andamento dell’epidemia da coronavirus nel nostro Paese.

Coronavirus
(Getty Images)

Il report, secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa, evidenzia il calo dell’Rt medio nazionale calcolato sui casi sintomatici nel periodo dal 18 al 31 agosto, che passa da 0,97 a 0,92, ossia sotto la soglia epidemica. Scende anche l’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti, al momento a 64 rispetto ai 74 della scorsa settimana. Aumenta, invece, il tasso di occupazione nei reparti di terapia intensiva e nelle aree mediche. Il tasso dei ricoveri in terapia intensiva, difatti, è passato dal 5,7% della scorsa settimana al 6,2%, mentre nelle aree mediche è salito dal 7,3 al 7,4%. Stando all’ultimo bollettino, diramato ieri dal Ministero della Salute, in terapia intensiva sono ricoverati 558 pazienti, 6 in meno rispetto alle 24 ore precedenti.

Leggi anche —> Coronavirus, il bollettino del 9 settembre: 5.522 nuovi casi di contagio e 59 morti

Questa settimana sono tre le Regioni e Province Autonome a rischio moderato (Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Provincia autonoma di Bolzano), mentre le restanti sono considerate a rischio basso. Per quanto riguarda l’incidenza dei casi nelle regioni, riferisce l’Ansa, i dati più alti sono stati registrati in Sicilia, Calabria e nella Provincia Autonoma di Bolzano.

Leggi anche —> Covid, novità sulla terza dose: le date ipotetiche per ogni categoria


Nessun passaggio in zona arancione per la Sicilia che, da lunedì 13 settembre, rimarrà in zona gialla. Niente variazioni, scrive l’Ansa, anche per le restanti regioni del nostro Paese, al momento collocate in zona bianca.