Laura Pausini non ci sta, lettera aperta a Draghi sui social: #Salviamolamusicalive il suo appello

La cantante romagnola si unisce al coro dei tanti artisti che chiedono il ritorno alla normalità anche per il mondo della musica dal vivo finora bistrattata dalla politica nazionale.

Laura Pausini lettera Draghi social settore musica distrutto
Laura Pausini (Foto Instagram)

La vita nel nostro Paese è ripresa in modo molto graduale con le riaperture dei ristoranti, delle varie attività commerciali e delle scuole, un’apparenza che però non piace affatto al mondo della musica e dell’intrattenimento serale che in queste ore sta scendendo in piazza e sui social per protestare contro le manovre adottate dal Governo.

Tra queste anche la romagnola Laura Pausini che ieri nel suo profilo Instagram ha condiviso un appello accorato al Presidente del Consigli Draghi affinché la situazione possa ritornare ad una “normalità” maggiore anche nel settore degli eventi finora chiuso a qualsiasi possibilità di ripresa. Ecco le sue parole.

NON PERDERTI ANCHE —> “Che bel sen* che hai” Wanda Nara questa volta esagera: il top non le contiene – FOTO

Laura Pausini si rivolge al Governo con parole dure, “Vogliamo capienza al 100%”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Laura Pausini Official (@laurapausini)

LEGGI ANCHE –> “Le Iene”: cantanti, attrici e atlete olimpiche alla conduzione. Svelati i nomi

Due anni di attesa. Di rispetto verso le istituzioni. Ora però non ci sono più ragioni. Il nostro lavoro è sempre più sottovalutato come parte integrante della società. Vogliamo rispetto. Subito“.

Così inizia il messaggio di Laura sui social rivolgendosi al Presidente del Consiglio Mario Draghi per un ritorno graduale alla normalità anche per il mondo degli spettacoli dal vivo.

La musica è condivisione, speranza, gioia e salvezza. E la vita di moltissime persone che ora devono poter ricominciare a lavorare per vivere. Vogliamo la capienza al 100%“, conclude la cantante. L’hashtag che sta girando in queste ore è #Salviamolamusicalive, l’appello social che in poche ore ha raggiunto migliaia di like e condivisione anche da parte di colleghi del settore.

Il post però prosegue: “Ricordiamo che dal 2020 il nostro settore, in particolare quello dei grandi eventi, in Italia è completamente fermo. E come centinaia di migliaia di lavoratori abbiano perso il loro lavoro“.

Laura Pausini lettera Draghi social settore musica distrutto
Laura Pausini (Foto Instagram)

Il contenuto fotografico del suo post spiega come in moltissimi altri Paesi in Europa la situazione sia già ristabilita e poi viene proposto un protocollo condiviso sulle norme di sicurezza per poter finalmente ricominciare. Tra questi “Concerti solo con Green Pass, mascherine obbligatorie e controllo temperature per gli show al chiuso”. Accetterà il Governo?