Scomparsi | Giuseppe Di Lieto: svanito nel nulla dopo una processione

Giuseppe Di Lieto è scomparso da Monte Falerzio (Salerno) il 9 giugno del 2003: di lui si perse ogni traccia dopo una processione su un sentiero di montagna.

Giuseppe Di Lieto
Giuseppe Di Lieto (Chi l’ha visto?)

Aveva alcuni acciacchi Giuseppe Di Lieto, residente a Maiori (Salerno). Eppure, nonostante ciò non aveva mai rinunciato alle sue tanto amate lunghe passeggiate. E fu proprio nel corso di una di queste, precisamente durante una processione su un sentiero di montagna il 9 giugno del 2003, che di lui si perse ogni traccia.

Giuseppe Di Lieto scomparso da Monte Falerzio (Salerno) il 9 giugno del 2003

Era la festa di Santa Maria Avvocata, e Giuseppe Di Lieto –operaio di 56 anni- aveva deciso di onorare la ricorrenza prendendo parte ad una processione.

Bosco
(Getty Images)

Si trovava nei pressi del Santuario dedicato alla Santa, raggiungibile sia da Cava dei Tirreni che da Maiori, quando di Giuseppe si perse ogni traccia. Come ogni anno, insieme alla famiglia si era recato nel luogo di culto, ma quella volta diversamente dal solito, l’uomo decise di andare via prima.

Leggi anche —> Scomparsi | Narada Dossoni: il giovane scomparso durante un viaggio in nave

Stando a quanto riferito dalla redazione di “Chi l’ha visto?”, occupatasi del caso, a riferire tale circostanza sarebbe stata la cognata. La donna disse che erano da poco passate le 11:30 quando Giuseppe decise di intraprendere il cammino che lo avrebbe riportato a casa. Questo perché, quel giorno, avrebbe dovuto effettuare degli esami. Eppure per farlo non si sarebbe avvalso del solito percorso.

Leggi anche —> Scomparsi | Michele Dichio, unico elemento l’acquisto di un’auto usata

Nel corso della sua camminata, riporta la redazione del programma che si occupa di scomparsi, Di Lieto avrebbe incontrato alcuni avventori. Questi ultimi avrebbero dichiarato che il 56enne scendeva e che appena li avrebbe visti avrebbe rallentato spostandosi. In una mano stringeva una busta, nell’altra un bastone. È possibile, hanno riferito i passanti, che Di Lieto potrebbe aver imboccato un percorso non a lui congeniale perché quello di solito attraversato dall’uomo era ostruito da un gregge guidato da un cane pastore. Il 56enne pare avesse paura.

Dopo aver appreso della scomparsa dell’uomo, queste persone si fecero immediatamente avanti, consentendo agli investigatori di concentrarsi nella zona di montagna in cui era stato avvistato.

Venne ritenuto possibile che Giuseppe Di Lieto potesse aver raggiunto la Statale e lì potrebbe essere stato colto da un malore, oppure che abbia preso un mezzo di trasporto pubblico di cui non conosceva la destinazione.

Bosco
(Valiphotos – Pixabay)

La famiglia non ha mai smesso di cercarlo lanciando costantemente accorati appelli. Alcune segnalazioni del 2007 riferivano di un uomo di molto a lui somigliante. Purtroppo, però, a questi avvistamenti non seguì mai un ritrovamento.