Giorgia Meloni, nuovo attacco alla leader di Fdi da parte del Pd

Ancora invettive contro la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni: ad attaccare questa volta Goffredo Bettini del Partito Democratico.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni (Getty Images)

Giorgia Meloni ancora nell’occhio del ciclone. Dopo il rimprovero mossole dal vicesegretario del Pd Giuseppe Provenzano, ora ad attaccarla è un altro esponente dei Dem, Goffredo Bettini, il quale avrebbe affermato che la leader di Fratelli d’Italia sarebbe “reticente” sulla questione neofascismo.

Giorgia Meloni, nuovo attacco dal Pd: “La sua una reazione ambigua e reticente

Gli scontri e le guerriglie dello scorso weekend hanno aperto uno spaccato all’interno della politica italiana. Soprattutto alla luce del coinvolgimento del partito di estrema destra Forza Nuova di cui è stato chiesto lo scioglimento.

Goffredo Bettini
Goffredo Bettini (Getty Images)

Gli atti violenti registratisi a Roma, culminati con la distruzione della sede della Cgil, sono stati ampiamente condannati da tutte le forze di destra e sinistra, soprattutto per la matrice fascista riscontrata negli stessi.

Leggi anche —> Scioglimento Forza Nuova, la posizione di Fdi e Lega

Eppure per il Pd, Giorgia Meloni non avrebbe preso sufficientemente le distanze da quanto accaduto, o meglio. Stando a quanto ritenuto dal Goffredo Bettini, la leader di Fdi si sarebbe mostrata reticente sul tema fascismo. L’esponente del Pd, riporta Il Giornale, ha rilasciato un’intervista a Il Manifesto, nella quale ha sottolineato come a suo pare “la reazione della Meloni è stata del tutto e ambigua e reticente”. Una circostanza che per lui non sarebbe tanto un mistero, perché a dire di Bettini, basterebbe leggere il libro della leader di Fdi per capire come lei tenda a non parlare del fascismo storico sostenendo che è un argomento che non la riguarda.

Leggi anche —> No Green Pass, Conte chiede lo scioglimento di un partito dopo gli scontri

L’esponente dem ha proseguito utilizzando toni durissimi: “Non mi convince. Ognuno deve fare i conti con la propria storia e il proprio passato“. Un attacco a viso aperto proseguito con un incalzante: “Un partito come Fratelli d’Italia, che si candida a governare la nazione – riporta Il Giornale citando il Manifesto– deve imporsi uno sforzo intellettuale e una revisione politica per essere credibile“.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni (Getty Images)

Eppure Fdi non si è mai tirata indietro in questo frangente. Fabio Rampelli, deputato del partito della Meloni, ha manifestato la sua intenzione di votare una mozione volta ad eliminare tutti i totalitarismi, a prescindere dai colori di bandiera.