Caso David Amess: il killer aveva premeditato l’omicidio

Ali Harbi Ali, britannico di origini somale, è stato catturato sabato 16 ottobre: il 25enne è accusato dell’omicidio del deputato britannico.

Polizia inglese
Polizia Inghilterra (Getty Images)

Il politico David Amess è stato accoltellato a morte venerdì 15 ottobre. Il primo sospetto, un giovane britannico di origini somale, è stato catturato e arrestato questo sabato (16 ottobre). Secondo le prime ricostruzioni riportate dai media locali, l’imputato Ali Harbi Ali, 25 anni, ha assalito e ucciso il noto deputato conservatore in una chiesa metodica dell’Essex, contea nel sud-est dell’Inghilterra, durante l’incontro programmato tra il politico 69enne e gli elettori.

NON PERDERTI ANCHE >>> Settimana dell’energia russa, Putin alla reporter: “Sei bella, ma non ascolti”

Caso David Amess: la pista dell’omicidio premeditato

 

 

View this post on Instagram

 

Un post condiviso da MTA News (@mtanews)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> 77enne decapitata, ritrovata la testa sul tavolo: il profilo dell’accusato

La notizia collima con le dichiarazioni di Kevin Buck, vice presidente dell’associazione di circoscrizione. Il politico britannico 69enne, membro del partito conservatore di Boris Johnson e fervente Brexiter, è stato ripetutamente accoltellato poco dopo mezzogiorno (11:00 GM): “Mi hanno riferito che dopo aver colpito sir David, [l’assassino] ha semplicemente atteso l’arrivo della polizia nella sala parrocchiale della chiesa.”

L’accusato è il 25enne Ali Harbi Ali, britannico di origini somale. La sua identità è stata confermata dalla polizia dopo la convalida del fermo da parte del giudice, che ha annunciato il prosieguo della custodia cautelare del ragazzo almeno fino al 22 ottobre per violazione del Terrorism Act, la legge penale sul terrorismo. Secondo quanto si apprende dalle fonti investigative locali, il volto del 25enne era già noto alla squadra anti-terrorismo specializzata nel progetto Prevent, istituito per identificare individui ad alto rischio di “radicalizzazione” secondo le segnalazioni di insegnanti, personale medico-sanitario, familiari o altri testimoni. La denuncia prevede in seguito l’inserimento degli interessati in programmi di de-radicalizzazione su base volontaria.

Stando a quanto riporta The Sun, Ali Harbi Ali avrebbe premeditato l’omicidio di David Amess. L’informazione trova risonanza nei media internazionali, le cui fonti precisano che l’arresto è susseguito alla perquisizione nella sua casa d’infanzia. Al momento la pista privilegiata indica il 25enne come potenziale estremista Shabaab, il gruppo islamista affiliato ad Al-Qaida. Secondo la testimonianza del consigliere conservatore locale John Lamb, l’assassino aveva prenotato l’appuntamento per l’incontro tra deputato ed elettori programmato per il 15 ottobre a Leigh-on-Sea, dove ha atteso il suo turno per accoltellarlo 17 volte davanti agli occhi dei suoi due assistenti.

Lutto nel mondo della musica: perde la vita una giovane superstar americana
Incidente (Getty Images)

Il padre dell’accusato Harbi Ali Kullane, ex consigliere del primo ministro della Somalia, ha confessato ai media di essere ancora scioccato per l’arresto del figlio.

Fonte The Sun