Giovani uccisi a Ercolano, il legale di Palumbo: “È addolorato, chiede scusa”

Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro, 26 e 27 anni, sono stati uccisi con 6 colpi di pistola nel cuore della notte.

accoltella un uomo e aggredisce due anziani: arrestato
(Photo by Emanuele Cremaschi/Getty Images)

Giuseppe Fusella e Tullio Pagliaro, rispettivamente 26 e 27 anni, sono stati uccisi nel cuore della notte a Ercolano (Napoli). Gli studenti hanno perso la vita nei pressi di un’area con rade ville e spazi verdi. La tragedia si è consumata intorno all’1:00, quando il proprietario di una villetta, Vincenzo Palumbo, ha aperto il fuoco contro i due ragazzi scambiandoli per ladri. I 6 colpi di pistola partiti dal balcone dell’autotrasportatore sono stati fatali. La comunità del centro alle falde del Vesuvio è ancora scioccato per l’accaduto; lo zio di Palumbo: “È una morte assurda.

NON PERDERTI ANCHE >>> Due giovani studenti uccisi a colpi d’arma da fuoco: indagini in corso

Il legale di Palumbo: “Chiede scusa, non voleva uccidere”

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Auto si ribalta all’altezza di una rotonda: morto un 51enne, ferito un ragazzo 

La tragedia si è consumata nella notte tra giovedì 28 e venerdì 29 ottobre, quando Vincenzo Palumbo, autotrasportatore di 53 anni sposato e con due figli, ha esploso diversi colpi contro i due ragazzi con una pistola legalmente detenuta. Secondo le prime ricostruzioni riferite dalla polizia, l’omicida era posizionato frontalmente all’auto dei due ragazzi. Questi sono Giuseppe Fusella, studente 26enne laureando in Scienze Motorie, e Tullio Pagliaro, 27 anni e operatore del mercato di fiori.

Ascoltato per diverse ore in Procura, il 53enne ha giustificato il brutale gesto confessando di essere rimasto profondamente traumatizzato da un’aggressione con furto, subita alcune settimane fa mentre si trovava in auto in compagnia della moglie e della figlia. Oggi, il legale difensore dell’accusato, Francesco Pepe, ha riportato il messaggio di Vincenzo Palumbo ai familiari delle vittime: “Chiede scusa, non voleva uccidere, anche lui è profondamente addolorato. Aspettiamo che la magistratura faccia il suo lavoro.”

A seguire le parole del sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto in merito all’uccisione di due giovani.

Polizia
Polizia (ChiccoDodiFC – Adobe Stock)

La nostra città è sconvolta da quanto accaduto la scorsa notte a San Vito. Una tragedia che ha colpito profondamente la nostra comunità. Questo è il momento del silenzio. Il mio pensiero come sindaco e come padre è per le famiglie colpite da questa immane tragedia.

Fonte Tgcom24