Benessere a tavola: i 6 alimenti che causano più afte

Nonostante non siano considerate come un serio problema di salute, le afte possono risultare davvero fastidiose. 

ridurre la fame nervosa con questi rimedi
Gli agrumi aiutano a ridurre la fame nervosa(Pixabay)

Piccole, ma fastidiose: le afte sono degli ospiti davvero scomodi per la nostra bocca. Tondeggiante o dalla forma più allungata, l’afta non è considerata un serio problema di salute; tuttavia, la sua presenza può risultare davvero fastidiosa. Accompagnata da un inevitabile bruciore se stuzzicata con gli alimenti scorretti, la presenza di questa ulcera sgradevole e tediosa può rivelarsi davvero scocciante. Scopriamo insieme 6 alimenti da evitare per far sparire in breve tempo questo piccolo inconveniente orale.

NON PERDERTI ANCHE >>> Benessere e salute: 5 alimenti che ci proteggono nelle stagioni fredde

Allarme afte: 6 alimenti da evitare per guarire più in fretta

Ritirato formaggio dal mercato per presenza Listeria
Formaggio (Foto di lee_2 da Pixabay)

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Benessere a tavola: zucchero raffinato? Ecco 6 alternative migliori

  • formaggi duri: il parmigiano, il pecorino; tutti i formaggi duri sono alimenti noti soprattutto per causare afte. Il rischio è maggiore se si è in forti periodi di stress o affaticamento. Meglio consumare le alternative molli come il camembert, la ricotta o lo stracchino per evitare lo sviluppo di questo fastidiosissimo inconveniente all’interno della nostra cavità orale.
  • semi oleosi: noci, mandorle; anche i semi oleosi possono essere all’origine di un focolaio di afte nella nostra bocca. Per gustare le loro proprietà nutrizionali in tutta sicurezza è sufficiente sgusciarli e lasciarli in acqua per almeno 30 minuti.
  • cibi acidi: alcuni alimenti acidi come ananas o kiwi possono favorire la comparsa di ulcere nella cavità orale. Meglio evitare anche gli agrumi e il limone in caso di comparsa di afte.
  • caffè: Se bevuto troppo caldo, il caffè può aggravare le ulcere provocate dalla rottura della mucosa delle labbra o del palato.
  • glutine: la celiachia può influire sulla salute della bocca e dei denti. Le persone intolleranti al glutine sono più sensibili alle patologie orali, in particolare alle afte. Queste ultime diventano croniche in caso di stomatite aftosa.
5 idee alternative per condire gli gnocchi. Come preparare il pranzo in poche semplici mosse
Gnocchi al pomodoro (Foto di Emma Pitti da Pixabay)
  • pomodori: sorprendente, ma vero: i pomodori rientrano nella lista dei frutti rossi, ma il colore indica l’alto rischio di sviluppo afte. Pertanto, si consiglia di evitarne o ridurne il consumo in caso di ulcere o altre lesioni nella cavità orale.