“Vite al Limite”. L’obesità legata a traumi infantili gravissimi: una storia che vi stupirà

“Vite al Limite”. Il chirurgo Younan Nowzaradan ha in cura pazienti  patologicamente obesi. La loro storia in cerca del riscatto. Cosa ne è stato di Joe Wexler

Joe Wexler Vite al Limite
Joe Wexler Vite al Limite – Foto dal web

Il chirurgo bariatrico Younan Nowzaradan, iraniano ma con passaporto statunitense, è il protagonista indiscusso del programma “Vite al limite”, in onda in Italia sul canale 31 (Real Time) ma che negli USA ha il titolo originale di “My 600 lb life” che tradotto significa “La mia vita a 300 kg”.

I pazienti dello specialista, infatti, sono tutti patologicamente obesi e affrontano i loro demoni per poter avere successo nel raggiungimento del traguardo più ambito: il peso forma. La sesta puntata della terza stagione del docu-reality ci parla di un giovane uomo di 31 anni originario di Johnson City di nome Joe Wexler, dal peso di 352 kg. Queste sono le parole pronunciate in merito alla sua condizione fisica: “Ho sempre avuto problemi con il peso eccessivo, fin da quando ero piccolo. Non avrei mai potuto immaginare di finire così”.

Leggi anche >>> “Vite al Limite”. La ferità più grande l’ha portata all’aumento di peso. Il retroscena doloroso di una giovane di 24 anni

“Vite al Limite”. Scopriamo che fine ha fatto Joe Wexler