Caricato da un cinghiale durante una battuta di caccia: muore un 36enne

Un uomo di 36 anni è morto ieri mattina in provincia di Grosseto dopo essere stato caricato da un cinghiale durante una battuta di caccia. Lascia la moglie ed una figlia piccola.

Cinghiale
(Thomas G. – Pixabay)

Ucciso da un cinghiale durante una battuta di caccia. Questo il tragico destino di un uomo di 36 anni, deceduto ieri mattina nelle campagne tra Castell’Azzara e Piancastagnaio (Grosseto), dove si era recato insieme ad alcuni compagni. Durante la battuta, il 36enne è stato caricato da un ungulato che lo ha ferito alla gamba. Sentendo le urla disperate, gli amici hanno chiamato i soccorsi che, giunti sul posto non hanno potuto far nulla per salvare la vita dell’uomo.

Grosseto, caricato da un cinghiale durante battuta di caccia: uomo di 36 anni perde la vita

Cacciatore
(gsshot – Adobe Stock)

Sotto choc la comunità di Castell’Azzara, comune in provincia di Grosseto. Ieri mattina, mercoledì 19 gennaio, Giulio Burattini, 36enne dipendente di un supermercato, è morto nel corso di una battuta di caccia insieme ad alcuni compagni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Omicidio-suicidio in una cascina: uomo uccide la compagna e si toglie la vita

Stando ad una prima ricostruzione, come riportano alcuni quotidiani locali tra cui La Nazione, il gruppo era impegnato in una battuta nei boschi tra Castell’Azzara e Piancastagnaio, quando improvvisamente il 36enne è stato attaccato da un cinghiale. Le urla dell’uomo hanno squarciato il silenzio richiamando l’attenzione degli amici che hanno subito chiamato il numero unico per le emergenze dando l’allarme.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Travolto da un’auto mentre attraversa la strada: uomo muore sul colpo

Sul posto, dopo pochi minuti, è arrivata un’ambulanza del 118, ma per Giulio era ormai troppo tardi. I medici hanno potuto solo constatarne il decesso che sarebbe sopraggiunto per dissanguamento. L’ungulato, scrivono i colleghi de La Nazione, attaccando il 36enne gli avrebbe reciso l’arteria femorale.

Intervenuti anche i carabinieri per gli accertamenti del caso che hanno chiarito la dinamica dell’accaduto. Appurata la tragedia, l’autorità giudiziaria ha dato il nulla osta per la restituzione della salma ai familiari.

Ambulanza
(ChiccoDodiFC- Adobe Stock)

Diffusasi la drammatica notizia, l’intera comunità locale si è stretta alla famiglia di Burattini, che lascia la moglie ed una figlia di 7 anni.

YES LIFE ON THE ROAD, MANIFESTAZIONE NO VAX E NO GREEN PASS