Lutto in Rai, è morta la storica conduttrice di Chi l’ha Visto?

La Rai e l’intero mondo della televisione italiana piange la scomparsa della conduttrice Donatella Raffai, morta a 78 anni dopo una lunga malattia.

Lutto nel mondo della televisione italiana. Si è spenta all’età di 78 la conduttrice Donatella Raffai dopo una lunga malattia. A dare il triste annuncio il marito Sergio Maestranzi.

Chi l'ha Visto? morta conduttrice Donatella Raffai
Chi l’ha Visto? (Screenshoot Rai Play)

La nota presentatrice aveva condotto prima “Telefono Giallo” e successivamente le prime edizioni di “Chi l’ha visto?“. Non appariva sul piccolo schermo dal 2000.

Morta la conduttrice Donatella Raffai: aveva condotto la prima edizione di Chi l’ha visto?

Chi l'ha Visto? morta conduttrice Donatella Raffai
Donatella Raffai durante la prima puntata di Chi l’ha Visto? (screenshot Facebook – Rai 3)

La televisione italiana piange la scomparsa di Donatella Raffai, volto storico della Rai deceduta oggi, giovedì 10 febbraio, a Roma dopo aver combattuto a lungo contro una malattia.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Il giornalismo è in lutto: è morto Tito Stagno

A dare la notizia è stato il marito Sergio Maestranzi, ex regista della Rai con cui era convolata a nozze l’anno scorso dopo tanti anni di convivenza. “Il nostro – spiega Maestranzi, come riporta la redazione di Leggoè stato un grande e meraviglioso amore. Era una donna generosa, riservata, che aveva deciso di allontanarsi dagli schermi per dedicarsi alla vita privata“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Monica Vitti, Eleonora Giorgi a Yeslife: “Io le devo moltissimo” VIDEO

Nata a Fabriano nel 1943, Donatella Raffai inizia la sua carriera come attrice nel 1960 interpretando una studentessa nel film Dolci inganni di Alberto Lattuada. Nel 1971 passa in Rai conducendo alcune trasmissione radiofoniche prima e successivamente televisive, tra cui “Telefono giallo“, “Posto pubblico nel verde” e “Camice bianco“. Nel 1989 le viene affidata la conduzione della prima edizione di “Chi l’ha visto?” al fianco di Paolo Guzzanti. Rimarrà al timone del programma, che ha riscosso un enorme successo durante questi anni, sino al 1991 per poi tornare nell’edizione 1993-94.

Nel 1999, lascia la Rai e passa a Mediaset, dove conduce “Giallo 4“, programma su Rete 4 che si ispirava a “Telefono giallo” di Rai 3. Dopo solo un anno, la Raffai decide di dire addio al piccolo schermo e ritirarsi a vita privata.

Le esequie verranno celebrate domani a Roma presso la chiesa parrocchiale di via Flaminia.

Impostazioni privacy