Maneskin, lo scivolone non passa inosservato. Fan furiosi, pronti a boicottare

Maneskin. La band dei record è sul tetto del mondo. Hanno annunciato altre date per il loro tour che li vedrà in giro anche negli USA. Tuttavia, non tutto è filato liscio

Hanno poco più di vent’anni e sono già un fenomeno, entrati di diritto nella storia della musica mondiale. I Maneskin hanno avuto un 2021 strepitoso e continuano ancora oggi a raccoglierne i frutti. Dopo essersi piazzati al primo posto durante la 71esima edizione del Festival di Sanremo con il brano “Zitti e buoni” hanno conquistato traguardi sempre più prestigiosi.

Maneskin
I Maneskin agli iHeart Music Awards (Instagram)

La loro vittoria all’ “Eurovision Song Contest” a Rotterdam ha riempito d’orgoglio l’Italia intera. Sono riusciti a piazzare i singoli “I Wanna Be Your Slave” e “Beggin’” in classifiche considerate invalicabili per artisti di madrelingua non inglese come quelle statunitensi e del Regno Unito. Hanno aperto il concerto dei Rolling Stones lo scorso novembre, collaborato con la rock star Iggy Pop, sono stati ospiti nei talk show di Jimmy Fallon ed Ellen DeGeneres. Solo pochi giorni fa sono stati premiati agli iHeart Music Awards a Los Angeles.

Maneskin: la una notizia che ha fatto arrabbiare i fan. Incredibile sia successo ancora

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Måneskin (@maneskinofficial)

Sono state rilasciate lo scorso settembre le date della tournée dei Maneskin dal nome “Loud kids on tour”. I concerti avrebbero dovuto svolgersi inizialmente solo in Europa.

LEGGI ANCHE -> Maneskin, continua la conquista degli USA: una magica serata per loro

Il 21 Marzo 2022 è stata diramata la notizia stupefacente che il tour diventerà mondiale spostandosi anche nel Nord America. Si partirà il 31 ottobre da Seattle toccando poi anche New York, San Francisco, Washington e Las Vegas per un totale di sedici tappe.

Purtroppo però, come annunciato sulla stessa pagina ufficiale dei Maneskin su Instagram, tutte le date indoor europee sono state riprogrammate. I fan, soprattutto quelli italiani, non l’hanno presa troppo bene.

“È stata una mossa del caz*o spostare le date del tour europeo al 2023 per favorire i concerti negli Stati Uniti… voglio dire, abbiamo i biglietti dal 2021 e ora dobbiamo aspettare quasi due anni per i concerti” – ha scritto qualcuno. E ancora: “Ho comprato i biglietti per i Maneskin a marzo 2021, concerti per la terza volta posticipati questa volta a marzo 2023. Imbarazzante”, “Mi verrebbe voglia di dire: ridateci i soldi. Ma si può fare tutto questo?”.

LEGGI ANCHE -> Il Volo, Piero Barone e la bellissima ex fidanzata che nessuno si aspetta: nome noto a tutti

Il gruppo romano ha altresì espresso solidarietà per il popolo ucraino e ha preso la decisione di non procedere con i suoi appuntamenti in Russia.

Impostazioni privacy