“Vite Al Limite” finale struggente che nessuno aspettava: il racconto inedito di Dr. Nowzaradan

Una dura realtà da affrontare con oltre 318 Kg. Dr. Dowzaradan presenta la sfida conclusasi con rammarico per uno dei protagonisti di “Vite Al Limite”.

Il reality di matrice statunitense, particolarmente seguito anche in Italia, di “Vite Al Limite” ha riservato un drammatico finale a sorpresa per i suoi telespettatori. A raccontare la triste storia si è cimentato lo stesso personaggio simbolo della trasmissione. Il medico di origini iraniane, specializzato in tali disturbi alimentari legati all’obesità, Younan Dowzaradan.

vite limine finale struggente Nowzaradan
Dr. Nowzaradan (Instagram @younannowzaradan)

Il reality è in produzione ormai da una decade esatta. A partire dal suo trionfante esordio nel 2012 su Real Time, lo show non ha mai saltato una messa in onda, affermandosi gradualmente come uno dei format più celebri su scala internazionale per essere interamente dedicato al percorso di recupero intrapreso da persone affette da obesità. Grazie alla guida attenta del Dr. Nowzaradan ciascuno dei suoi personaggi, seppur con diverse difficoltà, tenterà di perdere il peso in eccesso e cambiare in maniera più salutare la propria vita.

“Vite Al Limite” finale struggente che nessuno aspettava: il racconto inedito di Dr. Nowzaradan

vite limite finale struggente Nowzaradan
“Vite Al Limite”(Instagram @younannowzaradan)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Charlene e Alberto di Monaco alle strette, spuntano dei documenti compromettenti

Ad attirare l’attenzione in queste ultime ore è stato un episodio raccontato nei minimi dettaglio dal medico chirurgo. Si tratta del drammatico caso di Ontreon Shannon. Un giovane ragazzo che aveva deciso di intraprendere il percorso delineato dalla trasmissione.

Nelle vesti di paziente del Dr. Nowzaradan il ragazzo trentaseienne, residente su suolo texano, avrebbe spiegato in primis quali fossero le origini del suo malessere. Il paziente ha iniziato la sua prima seduta a partire dal suo peso di oltre 318 chilogrammi.

Ontreon ha poi voluto sottolineare la sua necessità di dover ricorrere ad un ingente mix di medicinali per stabilizzare quotidianamente l’apparato circolatorio del suo organismo, in quel momento già in seria difficoltà.

I rapporti con i suoi familiari avrebbero mirato, inoltre, ad aggravare ancora di più il suo malessere. Senza essere per lui di supporto. L’unica speranza che resta al ragazzo è quella di aggrapparsi alla sua spiritualità. Purtroppo, per Shannon, tale avventura con “il fine di sopravvivere” non rivelerà gli esiti sperati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Il Volo“ uno dei tre tenori è uguale a Enrico Papi, la FOTO non lascia scampo

La forza di volontà mostrata inizialmente vacillerà presto. E il parere conclusivo dei medici servirà, dunque, a definire un finale struggente. Qualora Shannon non riuscisse nella sua impresa, seppur parzialmente, potrebbe infatti rischiare un arresto circolatorio prima di arrivare al suo quarantesimo compleanno.