“Cucine da incubo 8” terza puntata, Cannavacciuolo sempre più esasperato sbotta: “Ma vaff***o vah, torna in cucina” – VIDEO

Lo chef cinque volte stella Michelin nella terza puntata del format si trovava presso il ristorante Onassis Village di Montefiascone.

La terza puntata del format tanto amato dal pubblico di Sky Uno è andata in onda domenica 17 aprile per regalare una Pasqua da incubo agli amanti della buona cucina tradizionale.

Antonino Cannavacciuolo terza puntata "Cucine da Incubo 8"
Antonino Cannavacciuolo (Instagram)

Antonino Cannavacciuolo infatti si è recato a Montefiascone in provincia di Viterbo per assistere un ristorante alla deriva il cui titolare, Doriano, credeva di più nella sua figura di self-made costruita negli anni piuttosto che nel trasmettere armonia e serenità al suo staff, compresa la moglie Monica in cucina.

Il locale Onassis Village aperto dal 2017 negli anni non ha mai trovato una sua identità, tanto da avere nel menù centinaia di proposte tra antipasti, primi e secondi, con un servizio al cliente che spaziava tra colazioni, pizzeria, creperia, gelateria, piadineria, hamburgeria, cocktail bar, piatti di carne e di pesce.

Anche lo chef pluri stellato si trova in difficoltà e forse per la prima volta, anche lui è costretto ad alzare la voce per farsi ascoltare. Durante l’assaggio delle proposte del menù perde inoltre anche le staffe di fronte ad una bugia del titolare davvero colossale.

Cannavacciuolo senza parole, “Salmone bianco? Mi prendi in giro?”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Cucine da Incubo (@cucinedaincubo)

Durante l’assaggio iniziale delle proposte del menù offerto dalla casa, Cannavacciuolo si trova inorridito di fronte alla vista di oltre cento proposte inserite sulla carta. Sbigottito decide di provare i ravioli al nero di seppia e salmone, un divino Onassis, un risotto allo scampo, una grigliata e una pescatora.

Non appena gli vengono portati al tavolo i ravioli dallo stesso Doriano, si insinua subito un pensiero nella mente acuta dello chef. Dopo aver tagliato un raviolo chiede se è salmone bianco.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –> Victoria De Angelis, si apre la camicia e si scopre proprio lì: da censura – FOTO

Il proprietario allora fermo gli comunica che “sì è salmone spallidito, ma è comunque salmone”. Al ché Antonino risponde a tono: “Allora se uno è pallido dove sta? All’ospedale! Ti assicuro che esistono davvero i salmoni bianchi, sono quelli di fondale che non vedono mai la luce del sole ma costano davvero una cifra assurda e non sono certo questi…”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE –> Beatrice Borromeo a un bivio, la decisione clamorosa segna il momento più importante della sua vita

Ma sono questi quelli bianchi, confermo” risponde Doriano. Cannavacciuolo allora perde la pazienza iniziale e sbotta mandando l’uomo in cucina con un fragoroso “Ma vaff***o vah, torna in cucina che è meglio!”.

Impostazioni privacy