Domenica In, fiumi di lacrime per l’artista scomparso: “non c’era niente da fare”

Domenica In, Mara Venier si commuove insieme a Roby Facchinetti: i due hanno ricordato il compianto artista scomparso 

Anche quest’oggi, domenica 1 maggio, Domenica In è in onda con la conduzione di Mara Venier. La padrona di casa, che pur ha chiarito di avere qualche problema di salute, non ha rinunciato ad accogliere il suo affezionato pubblico nello studio di Rai 1.

Parlo un po’ con il naso, un po’ con la bocca” – ha spiegato la presentatrice, che sembrerebbe essersi presa un brutto raffreddore – “ma l’importante è andare avanti!“.

YESLOVE LEGGI LA STORIA DELLA NOSTRA RUBRICA DEL CUORE. VAI QUI

Domenica In Roby Facchinetti
Roby Facchinetti (Ansa)

Ospite speciale dell’appuntamento di oggi, l’acclamato Roby Facchinetti, famoso per essere stato il frontman dei Pooh. Il tastierista ha accettato l’invito della Venier per festeggiare insieme a lei un traguardo importante.

Oggi compio 78 anni“, ha esclamato Facchinetti, a cui Mara ha immediatamente tributato un forte applauso. Nel ripercorrere la propria vita e la carriera con i Pooh, tuttavia, il tono dell’ospite è drasticamente cambiato. Scopriamo insieme il perché di quanto accaduto.

Domenica In, fiumi di lacrime per Roby Facchinetti: “non c’era niente da fare”

Domenica In Roby Facchinetti
Mara Venier (Ansa)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> “Possiamo fare come Rocco?”, web in estasi di fronte ad Arisa: la FOTO manda fuori di testa

In quasi quarant’anni di carriera al fianco dei Pooh, Roby Facchinetti ha avuto modo di stringere dei legami a dir poco speciali con i membri della band. Un affetto rimasto stabile anche dopo lo scioglimento del gruppo, e di cui il cantante non ha potuto far a meno di parlare a Domenica In.

Lo ammetto, io i Pooh me li sogno ogni notte“, ha spiegato il tastierista con gli occhi lucidi. La domanda di Mara Venier, a fronte di queste dichiarazioni, è stata a dir poco automatica: “sogni anche Stefano?“.

Il frontman dei Pooh, nel ricordare l’amico e collega Stefano D’Orazio scomparso il 6 novembre 2020, non ha potuto evitare di emozionarsi profondamente. Un legame durato ben 43 anni, quello con il batterista, che Facchinetti non dimenticherà facilmente.

Addirittura, l’ospite di Domenica In ha raccontato alla Venier l’ultima telefonata fatta al collega, appena poche ore prima della morte. “Mi disse che aveva il Covid” – ha spiegato il cantante tra le lacrime – “sapevamo che non c’era niente da fare“.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —>  L’Eredità, Flavio Insinna scatenato fa notare alla concorrente la “figuraccia”

Un’amicizia autentica e profonda che ha accompagnato Roby e Stefano fino agli ultimi istanti della vita di quest’ultimo. La Venier, commossa, si è unita al ricordo dell’immenso artista.