Fiorello stroncato dal conduttore italiano più amato: “Ho preso una toppata gigantesca”

Fiorello è riuscito da subito a farsi amare dai colleghi e il pubblico? Ecco come sono andate le cose all’inizio

Showman, conduttore, comico, cabarettista, all’anagrafe Rosario Tindaro Fiorello, da tutti conosciuto come Fiorello. L’artista è uno tra i più amati e seguiti dal pubblico italiano che da anni lo supporta e sostiene in ogni situazione.

fiorello foto instagram
Fiorello (Instagram)

Nonostante la sua popolarità e il successo ottenuto nel corso del tempo, inizialmente Fiorello non venne visto di buon occhio in televisione. In particolare, un noto conduttore lo reputò bravo ma non troppo per arrivare a determinati livelli.

Fiorello, il parere di Pippo Baudo sullo showman

pippo baudo fiorello opinione
Fiorello e Pippo Baudo (Instagram)

Era il 1984, quando Fiorello fu bocciato dal maestro Pippo Baudo. Gino Landi notò lo showman nel villaggio di Ostuni e lo propose al conduttore che accettò di fargli fare un provino al Teatro delle Vittorie di Roma per il suo programma “Fantastico”.

Lo fece parlare un’ora, anche se solitamente i provini avevano una durata di 5 minuti. Poi lo fermò e gli disse: “Sei bravo, ma sei lungo. Potresti presentare Fantastico, ma qui di presentatore ci sono già io“.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Benedetta Rossi li fa così: i morbidosi con nutella sono eccezionali. Provali, non te ne pentirai

E’ stato proprio Pippo Baudo a rivelare nel corso di varie interviste: “Quando si fa un provino lo si fa di 5 minuti. Fiorello lo fece di 50. E lo scartai. Proprio io che mi vanto di averne scoperti tanti ho preso una toppata gigantesca”.

Per Fiorello, però, non si trattò di una bocciatura. Anzi a distanza di anni pensa ancora a quell’episodio che lo fa sorridere ed ha riferito più volte che all’epoca prese la frase del conduttore come un complimento.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Il Volo pronto a tornare in pista con il botto, “Noi non siamo antichi…”. Intervista esclusiva

Pippo Baudo, in realtà, aveva visto qualcosa in lui tanto che qualche anno dopo lo chiamò per proporgli di fare un programma insieme a lui. Oggi tra i due c’è stima, affetto, un’amicizia solida che va oltra l’aspetto professionale. Fiorello ha imparato molto dal celebre conduttore e lo stesso ha fatto l’ex marito di Katia Ricciarelli.