Bancomat e Pin: se lo usi così il Fisco ti controlla, fate attenzione a ..

Bancomat e Pin: un’accoppiata pericolosa. Occhio a come prelevi i contanti perché potresti finire nel mirino del Fisco. Tutti i dettagli

La lotta all’evasione fiscale è uno degli obiettivi che si è proposto il governo Draghi. Lo aveva fatto anche Conte incentivando i pagamenti elettronici tramite il cashback, con non poche scappatelle come abbiamo avuto modo di vedere.

Prelievo bancomat
Prelievo bancomat (Ansa Foto)

Draghi, invece, fa sul serio e per monitorare che fine fa il denaro contante ha ben pensato di monitorare i bancomat. È attraverso il controllo degli atm attraverso i quali si prelevano i soldi liquidi dai conti correnti che il Fisco può capire come si muovano gli italiani, quanti contanti prelevino e come li spendono.

Adesso ci sono degli strumenti nuovi che consentono di fare tutto questo e determinate azioni possono decisamente insospettire i controllori. Ecco perché c’è da fare attenzione ad alcuni atteggiamenti che possono sembrare sospetti. Bancomat e pin, un’accoppiata che può essere pericolosa. Tutti i dettagli.

Bancomat e Pin: le operazioni ritenute sospette

Bancomat
Bancomat (Ansa Foto)

Super anagrafe dei conti correnti ed intelligenza artificiale permettono al Fisco di monitorare con attenzione tutte le azioni che gli italiani svolgono sui loro conti correnti. È tramite questi due strumenti che si ricavano un sacco di dati che permettono di capire come si stanno usando i soldi in contanti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Auto, da luglio un nuovo obbligo per tutti: “Ti fermano il…

Ecco perché quando ti avvicini al bancomat e digiti il pin dovresti fare molta attenzione. Ci sono alcune azioni infatti che vengono ritenute “sospette” dal Governo. Tra queste prelevare frequentemente o non ritirare soldi per lungo tempo, avvicinarsi al bancomat in modo un po’ disordinato e senza consequenzialità.

Insomma tutte azioni che possono far pensare che si sia messo in atto un piano ad hoc per mascherare l’evasione o il riciclaggio. Ovviamente non tutti quelli che si comportano così stanno cercando di evadere il Fisco ma per i legislatori può sembrarlo e così scattano i controlli anche se non ce n’è motivo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Postepay: 300euro ai possessori, tutti i dettagli sull’allettante bonus di Poste…

Per tutte queste ragioni, chi non ha secondi fini e lo fa spontaneamente, se non vuole essere coinvolto in ispezioni di routine è bene che presti attenzione anche a come usa il bancomat e a quante volte digita il proprio pin.