Fisco, controlli rigidi da parte del Governo: attenzione alle automobili

Controlli rigidi inerenti al fisco, il Governo è molto attento all’argomento: tutti i dettagli al riguardo.

Comprare un’auto non è cosa da poco, non tanto per il costo del veicolo ma per il mantenimento di esso. Infatti, oltre alla spesa bisogna tenere conto di altri fattori quali il bollo, l’assicurazione e tanto altro ancora.

automobile bollo tasse
Automobile (Pixabay)

Il Governo negli ultimi tempi si sta occupando in particolare modo del fisco e la cerchia delle automobili rientra nell’argomento. Non si parla soltanto dei veicoli di lusso, ma anche di altri mezzi che sono finiti nel mirino. Scopriamo quali sono.

Fisco e auto: qual è il collegamento tra i due

soldi auto fisco
Soldi (Pixabay)

Fisco e auto sono collegati? Certo che sì dal momento che i veicoli rientrano nella cerchia di beni. Il Governo sta attuando una serie di controlli che potrebbero mandare nei guai milioni di italiani.

In particolare si fa riferimento al superbollo, imposta che interessa i possessori di una vettura con potenza superiore a 185 kW, vale a dire 251 CV.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Uomo trovato morto in casa con ferite alla testa e agli arti: è giallo

L’Agenzia delle Entrate riporta l’attenzione sulle auto d’epoca e storiche. Per le seconde si parla di quelle con l’immatricolazione di almeno 20 anni fa allo Storico della Federazione motociclistica italiana (Fmi), all’Automotoclub storico italiano (Asi) o ai registri Storico Lancia, Italiano Fiat, Italiano Alfa Romeo.

Poi ancora l’ente pubblico fa riferimento al canone di leasing ed il bollo e poi ancora ai costi di gestione di un’automobile, vale a dire il consumo di carburante o i costi per la manutenzione meccanica.

I dati riportati dagli dal Ministero dell’Economia e delle Finanze affermano che le entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-marzo 2022 sono aumentate di 18.987 milioni di euro (+11,9%) rispetto all’analogo periodo del 2021 per mezzo di una variazione positiva delle entrate tributarie del 15,4% e alla crescita delle entrate contributive del 5,9%.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Terremoto a Palazzo, l’affronto a Kate: “Al suo posto una ragazzina..”

Inoltre si registra una crescita del gettito delle imposte contabilizzate al bilancio dello Stato, si parla di +13.621 milioni di euro, +13,7%.  Ad ogni modo i controlli sul fisco continuano, il Governo non si ferma.