Raccapricciante scoperta in un appartamento: cadavere di una donna fatto a pezzi

Ieri mattina, all’interno di un’abitazione di Melzo (Milano) è stato trovato il cadavere fatto a pezzi di una donna di 84 anni: indagano i carabinieri.

Orrore a Melzo, in provincia di Milano. Il cadavere di una donna di 84 anni è stato trovato fatto a pezzi nella vasca da bagno della sua abitazione. A fare la terrificante scoperta una delle figlie dell’anziana che era andata a trovarla perché preoccupata delle mancate risposte al telefono della madre.

Melzo cadavere donna a pezzi casa
Melzo (Milano), i carabinieri davanti all’abitazione dove è stata trovata morta la donna di 84 anni (Andrea Canali – Ansa)

Presso l’abitazione sono arrivati i carabinieri e la Scientifica per gli accertamenti. I militari dell’Arma stanno indagando su quanto accaduto e non escluderebbero nessuna ipotesi. Interrogate durante la giornata le tre figlie della vittima.

Melzo, cadavere di un’anziana fatto a pezzi e trovato nella vasca da bagno: sospetti su una delle figlie

Melzo cadavere donna a pezzi casa
(Claudio Caridi – Adobe Stock)

Nella tarda mattinata di ieri, giovedì 26 maggio, una donna è stata trovata morta nella sua casa di Melzo, nel milanese. Si tratta di Lucia Cipriano, pensionata di 84 anni che viveva da sola.

Tutto è partito, riferisce Il Corriere della Sera, quando una delle sue tre figlie, dopo aver provato a chiamarla più volte senza esito, ha deciso di recarsi presso l’appartamento della madre, sito in via Boves, per controllare se fosse successo qualcosa. Giunta sul posto, la donna si è ritrovata di fronte ad una terrificante scena: il cadavere della madre fatto a pezzi ed in avanzato stato di decomposizione nella vasca da bagno e sangue ovunque. Immediata la chiamata al 112.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Giovane madre uccisa a coltellate vicino casa: fermato un uomo

Intervenuti i carabinieri della compagnia di Pioltello, i colleghi del comando provinciale di Milano e della Scientifica che hanno rinvenuto nell’appartamento, riporta Il Corriere della Sera, la sega con la quale sarebbe stato sezionato il cadavere. Il compito dei militari dell’Arma ora è quello di stabilire con certezza le cause e la data della morte, circostanze su cui potrebbe far luce l’esame autoptico disposto dall’autorità giudiziaria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Tragedia familiare: poliziotto spara alla madre e si suicida

Nel corso della giornata sono state interrogate le tre figlie della pensionata. Al momento i sospetti degli investigatori sarebbero ricaduti su una delle figlie, Rosa, che si è avvalsa della facoltà di non rispondere. Nelle prossime ore, riporta Il Corriere della Sera, potrebbe scattare il fermo con l’accusa di omicidio o eventualmente solo per la soppressione del cadavere.