Coronavirus, monitoraggio Iss: i dati sull’andamento dell’epidemia

Dal consueto monitoraggio dell’Iss sull’andamento dell’epidemia da coronavirus in Italia, emergono dati in miglioramento cosi come accade ormai da mesi.

Ancora in discesa la curva epidemiologica nel nostro Paese. A mostrare l’andamento in miglioramento dell’epidemia da coronavirus in Italia è l’Istituto Superiore di Sanità che, in collaborazione con il Ministero della Salute, ha redatto il consueto monitoraggio settimanale.

Coronavirus monitoraggio Iss Rt incidenza casi
(Filippo Venezia – Ansa)

Dal report, pubblicato stamane sul sito dell’Iss, si evince, difatti, il calo dell’indice Rt, dell’incidenza dei casi settimanali ed anche quello relativo al tasso dei ricoveri nelle strutture ospedaliere dei pazienti Covid.

Coronavirus, monitoraggio Iss-Ministero della Salute: ancora in discesa Rt e incidenza casi

Coronavirus monitoraggio Iss Rt incidenza casi
(Giuseppe Lami – Ansa)

L’epidemia da Covid-19, come ormai da mesi, sta allentando la sua morta sull’Italia. Anche in quest’ultima settimana arrivano dati incoraggianti dal monitoraggio effettuato dalla Cabina sull’andamento della pandemia.

Dai dati, pubblicati questa mattina sul sito dell’Istituto Superiore di Sanità all’interno di una nota, emerge la discesa dell’Rt medio calcolato sui casi sintomatici che rimane sotto la soglia epidemica ed è passato da 0,86 a 0,82 (range 0,76–0,88). Stesso andamento anche per quello sui casi con ricovero ospedaliero che si attesta a 0,78 (0,75-0,82). In calo anche l’incidenza settimanale a livello nazionale pari a 207 casi ogni 100mila abitanti, contro i 261 della precedente rilevazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, monitoraggio Iss: migliora la situazione in Italia

Analizzando il livello di occupazione dei pazienti Covid nelle strutture ospedaliere nel nostro Paese, la Cabina di Regia ha evidenziato che nei reparti di terapia intensiva degli ospedali il tasso di occupazione è sceso dal 2,6 di sette giorni fa al 2,3%. Scende anche quello relativo alle aree mediche a livello nazionale che è pari al 7,1% rispetto al 9% della scorsa settimana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid, 100 milioni di casi nella stagione invernale. La previsione USA

Ad oggi non risultano Regioni/Province Autonome classificate a rischio alto: nella nota si legge, difatti, che diciannove sono collocate nella fascia rischio più bassa, mentre due sono quelle considerate a rischio moderato secondo i parametri stabiliti. Infine, quattro Regioni/Province Autonome hanno riportato almeno una singola allerta di resilienza, mentre due sono quelle che ne hanno riportato molteplici.

Impostazioni privacy