Femminicidio di via Vigolo: prima le spara, poi si suicida

Orrore a Vicenza, dove una donna di origini serbe di 42 anni, Lidia Miljkovic, è stata uccisa ieri mattina a colpi di pistola in strada dall’ex compagno, anch’esso trovato morto suicida, insieme alla sua nuova compagna.

Ennesimo femminicidio a Vicenza. Una donna di origini serbe di 42 anni, Lidia Miljkovic, residente a Schio, è stata uccisa nella mattinata di ieri, in via Vigolo, a colpi di pistola in strada: a toglierle la vita sarebbe stato il suo ex compagno.

Femminicidio Vicenza, Via Vigolo
Rudy and Peter Skitterians da Pixabay

L’uomo, Zlatan Vasilijevic, di origini bosniache, è stato poi ritrovato morto qualche ora dopo dentro un’automobile ferma in una piazzola di sosta della tangenziale ovest di Vicenza: all’interno della vettura, oltre ad un discreto quantitativo di esplosivo, anche un altro corpo, quello dell’attuale compagna, una donna di origini venezuelane, uccisa anche lei.

Dopo aver accompagnato la figlia più piccola a scuola, Miljkovic stava facendo ritorno nel quartiere vicentino di Gogna, dove forse si sarebbe dovuta incontrare proprio con Vasilijevic. Stando alle testimonianze, alcuni residenti avrebbero sentito almeno sei spari, mentre la polizia scientifica, dalle prime ricostruzioni, pensa che l’assassino avrebbe aperto il fuoco prima ancora che la donna scendesse dal suo veicolo. Il cadavere della donna è stato ritrovato riverso sull’asfalto.

Omicidio suicidio Vicenza
Foto di Diego Fabian Parra Pabon da Pixabay

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>> Barca impatta contro una briccola e si rovescia: uomo muore davanti all’amico

La vittima in passato aveva già riportato gravi ferite, tanto che il suo datore di lavoro Benedetto Mondello, titolare di una ditta di catering di Vicenza, Food&co ha affermato alla stampa «le aveva fracassato il cranio», parole che lasciano presagire tutta l’irruenza di quell’atto violento, tanto che era stato emesso un divieto di avvicinamento ai danni di lui. A tutta risposta, però, l’uomo aveva denunciato la ex compagna con l’accusa di abbandono dei due figli, una di tredici e uno di 16.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>> Donna muore annegata per salvare il figlio

Anche il sindaco della città, Francesco Ruocco, ha commentato il fatto «Vicenza registra un altro terribile femminicidio. L’amministrazione è sgomenta di fronte a questo nuovo episodio di violenza e lo condanna con forza, certa che le forze dell’ordine si stanno impegnando al massimo per assicurare il responsabile alla giustizia».