Elena sequestrata a Catania, doloroso appello di Piera Maggio

Continuano le ricerche della piccola Elena Del Pozzo, rapita da tre uomini a Piano Tremestieri, provincia di Catania. Sui social pubblicato l’appello di Piera Maggio, madre di Denise Pipitone

La piccola Elena Del Pozzo (5 anni da compiere il prossimo luglio) è stata sottratta con la forza nel comune di Tremestieri Etneo (precisamente nella frazione di Piano, provincia di Catania). A compiere il sequestro sarebbero stati tre uomini incappucciati e armati, secondo quanto denunciato dalla madre, presente al momento del rapimento.

Elena Del Pozzo Piera Maggio
Elena Del Pozzo (Instagram)

La donna, infatti, era andata a prendere la bambina all’asilo quando i malviventi avrebbero bloccato l’auto su cui viaggiavano e prelevato Elena con forza, vittima di un vero e proprio agguato. La piccola, nata il 12.7.2017, è residente a Mascalucia, in via Euclide 55. Indossava una maglietta a maniche corte bianca e un paio di pantaloncini gialli. É caccia agli uomini.

Elena Del Pozzo sequestrata a Catania. Lo struggente appello di Piera Maggio

Elena Del Pozzo Piera Maggio
Appello via social di Piera Maggio (Instagram)

La Procura di Catania ha fatto scattare immediatemente le indagini sul sequestro di Elena Del Pozzo. Riguardo il movente del suo rapimento ci sono ancora dubbi, tuttavia sembrerebbe esclusa la pista a scopo estorsivo, la famiglia non sarebbe nelle condizioni di poter pagare un riscatto.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Elena, sequestrata a 5 anni : “presa da tre uomini incappucciati”

L’ipotesi più vagliata verte sull’idea di una faida familiare. I genitori di Elena Del Pozzo sono divorziati; il compagno della madre avrebbe dei precedenti ma, a quanto pare, non ci sarebbero collusioni di stampo mafioso. Il giornale CataniaToday.it mette in luce guai con la giustizia anche da parte del padre, arrestato nel 2020 per una rapina in una gioielleria e, ancora prima, nel 2017, per reati di droga.

Una persona che conosce perfettamente il dolore che alberga nel cuore dei familiari della piccola Elena è Piera Maggio. Quest’ultima è nota per essere la madre di Denise Pipitone, scomparsa il 1º settembre 2004 da Mazara del Vallo (in provincia di Trapani).

La sua vicenda è balzata nuovamente sulle prime pagine dei quotidiani italiani in seguito alla segnalazione di una giovane donna russa, Olesya Rostova, la cui identità sembrava potesse coincidere con quella della stessa Denise. Purtroppo è stato un buco nell’acqua.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —> Pulmino di una squadra di calcio si ribalta in autostrada: morto ragazzino di 12 anni

Alla diffusione della notizia del rapimento di Elena Del Pozzo, la signora Maggio ha voluto rilasciare un appello sui social network: “Liberate Elena! Non fatele del male, lasciatela in qualche posto, anche vicino a una chiesa in modo che la sua famiglia possa riabbracciarla”.

Ha proseguito: “I BAMBINI NON SI TOCCANO! Tornato indietro sui vostri passi prima che sia troppo tardi. Abbiate un minimo di pietà per questa bambina”.