Beve litri di vodka costretto dagli amici: 19 enne paralizzato è grave

Un caso di violenza che non si vedevano da anni. Un caso di nonnismo che negli USA tra i più gravi in assoluto. E’ grave la vittima dell’incauto gesto.

Danny Santulli è un ragazzo giovane che quando ha conosciuto i suoi aggressori non si sarebbe mai immaginato di arrivare a tanto. E’ accaduto negli Stati Uniti dove il ragazzo di soli 19 anni è stato vittima di continui fenomeni di bullismo da parte di una confraternita in cui voleva entrare.

ragazzo 19 paralizzato vodka
(Pixabay)

Il gruppo di ragazzi appartenenti alla confraternita avrebbero quindi messo in piedi un piano di nonnismo per far superare a Danny le prove previste per l’accettazione nel gruppo. Costretto, quindi, a bere una bottiglia intera di vodka tramite un tubo direttamente in gola, a seguito di altri diversi litri di birra, il ragazzo ha avuto un grave malore.

“Mi ordinavano di trovare cibo, alcol e marijuana a tutte le ore”: le parole di Danny Santulli ancora sotto choc

ragazzo 19 paralizzato vodka
(Pixabay)

Il ragazzo, a seguito delle richieste estreme degli “amici”, avrebbe avuto un infarto con immediata perdita di vista e parola. Anche la mobilità degli arti è stata compromessa dall’eccessiva dose di alcol. Ora, Danny è paralizzato a vita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Travolto dall’auto del padre: morto un bambino di soli due anni

Secondo le ricostruzioni della famiglia della vittima, il giovane avrebbe voluto appartenere alla confraternina Phi Gamma Delta, come riporta Leggo. L’iscrizione al gruppo sarebbe stata possibile solo dopo l’iscrizione all’Università del Missouri, come matricola. La famiglia Sandulli ha quindi citato in giudizio i 22 componenti della Phi Gamma Delta, accusandoli delle gravi conseguenze che il ragazzo ha riportato, tra cui l’averlo scaricato fuori l’ospedale per poi darsi alla fuga, come riporta Leggo. L’intossicazione da alcol avrebbe quindi provocato un coma grave con danni gravi sul cervello.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Auto sbanda e si schianta contro un albero: morto un 21enne, feriti gli amici

Come riporta Leggo, la famiglia di Danny si sarebbe espressa così a riguardo delle varie prepotenze: “Era privato del sonno, doveva comprare cose per i fratelli della confraternita con i suoi soldi e gli è stato ripetutamente ordinato di pulire le stanze dei fratelli e portare loro cibo, alcol e marijuana a tutte le ore della notte”