Cucciolo abbandonato in strada: la storia a lieto fine di Calippo

Era una mattina del 18 dicembre 2017 quando, nella periferia di Faenza, trovarono Calippo, un cucciolo abbandonato.

La notizia, riportata dal quotidiano La Stampa, racconta la storia di due cuccioli abbandonati sul ciglio della strada e soccorsi dai volontari ENPA di Faenza la mattina del 18 dicembre 2017. Quel giorno solo Calippo è sopravvissuto. Questo, ironicamente, il nome dato dai volontari ENPA al trovatello.

Faenza cucciolo abbandonato Calippo
(Kytalpa – Pixabay)

L’Ente Nazionale Protezione Animali aveva immediatamente denunciato il fatto. Nel giro di poco tempo, grazie all’indagine svolta dall’Arma dei Carabinieri e alle dichiarazioni di alcuni cittadini, era stato possibile risalire ai responsabili del misfatto. La coppia faentina era stata inchiodata dalla testimonianza della vicina di casa, che aveva riconosciuto Calippo da una foto pubblicata sul profilo Facebook dell’associazione animalista.

L’ENPA si era dunque costituita parte civile tramite gli avvocati Claudia Ricci e Barbara Liverani presso il Tribunale Penale di Ravenna.

La legge per gli animali: abbandonarli è reato

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Enpa Onlus (@enpaonlus)

Dal 2004 l’abbandono di animali o la loro detenzione in condizioni di sofferenza, sono atti che costituiscono reato. Come disposto dall’art.727 del Codice Penale, la pena prevista può essere sia l’arresto fino a un anno sia l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>> Adottano dei cuccioli di cane per…l’agghiacciante scoperta

Stando alle ultime notizie riportate da Ravenna Web Tv, ieri si è concluso il processo alla coppia faentina che abbandonò i due cuccioli nel dicembre 2017. Condannati a cinque mesi e 15 giorni di reclusione, la coppia dovrà, inoltre, pagare un risarcimento danni di 2.500 euro.

“È una sentenza molo importante” afferma Carla Rocchi (Presidente nazionale ENPA) per La Stampa “perché abbandonare gli animali è un reato e chi compie certi gesti orribili deve risponderne di fronte alla legge”.

LEGGI ANCHE>>> Gli spostamenti degli animali sono cambiati: a rischio la loro sopravvivenza

Un avvertimento, dunque, quello fatto dalla Rocchi in vista anche della stagione estiva. Secondo le statistiche dati LAV (Lega Anti Vivisezione) ogni anno vengono abbandonati circa 130mila animali nel nostro Paese, di cui 80mila cani e 50mila gatti. Il picco degli abbandoni, si registra durante l’estate.

Oggi Calippo, dopo un lungo percorso riabilitativo, vive felice insieme alla sua nuova famiglia adottiva.

Impostazioni privacy