Multa, in questo caso si paga due volte: attenzione, fregatura clamorosa

Per ogni automobilista la paura di beccarsi una multa salata è costante. In uno specifico caso la pena si raddoppia: in questa situazione la multa deve essere, infatti, pagata ben due volte. 

Un viaggio in macchina spensierato puo’ trasformarsi in un potenziale disastro. Dal portafoglio, all’umore, ritrovarsi una multa sul collo apre uno degli scenari più temuti da tutti gli automobilisti.

Multa: quando si rischia di pagarla due volte
Multa disperazione (Foto Pexels)

Per evitare questa situazione spiacevole è molto importante rispettare il Codice della Strada: questo in primo luogo permette di proteggere la propria salute e quella delle persone circostanti e, inoltre, di evitare di ritrovarsi una multa.

Quando questa si presenta sul cruscotto – o viene assegnata direttamente dagli agenti – lo sconforto prende largo. Se già questa circostanza è molto impattante, c’è una particolare complicazione che viene a delinearsi in un caso specifico  a seguito della quale la multa si paga ben due volte.

Multa pagata due volte: caso da non sottovalutare, attenzione

Multa disperazione
Guidare (Foto Pexels)

Se bisogna avere anche gli occhi dietro la testa quando si è alla guida della propria auto, questo è ancora più vero quando si guida un veicolo preso in affitto.

TI POTREBBBE INTERESSARE ANCHE > Amadeus, un altro grande amore. Il motivo del divorzio è sconvolgente

Diventati popolari negli ultimi anni, i servizi di car-sharing prevedono infatti un provvedimento nel caso si prenda una multa che non va assolutamente incontro a chi ha affittato l’auto, anzi lo penalizza molto.

Questi sono spesso costretti a pagare – oltre alla multa presa-  un surplus, non indifferente: in questo modo è come se l‘importo della multa si fosse raddoppiato.

Oltre alla sanzione della Polizia stradale, si deve infatti sborsare una cifra extra da versare all’agenzia del noleggio a titolo di “spesa penale”.

TI POTREBBBE INTERESSARE ANCHE > Gigi D’Alessio e l’affondo ad Anna Tatangelo. Il gesto è clamoroso: “è stato lui a volerlo”

Una clausola molto svantaggiosa per chi noleggia un auto, talmente iniqua da essere finita sotto il vaglio dell’Antitrust dichiaratosi contrario al motivo che si cela dietro questo importo extra, considerandolo a danno dei clienti. Il verdetto dell’Antitrust è che sono clausole vessatorie: le compagnia di autonoleggio che le applicano rischiano ora grosso, con penali in ballo contro di loro .