Anzio, 26enne muore accoltellato a seguito di una lite: l’assassino si è dileguato tra la folla

E’ successo a seguito di una lite furiosa in una notte di movida estiva. Il ragazzo è stato accoltellato all’addome ed è morto dopo poco.

L’estate romana tra caldo e serate tra i locali non lascia scampo alle liti e alle scene di violenza in strada. E’ accaduto di nuovo in una località di mare del litorale romano e più precisamente ad Anzio dove una serata qualsiasi di movida estiva è finita in tragedia. Si tratta di un accoltellamento avvenuto sul luogo della riviera in cui si radunano la maggior parte dei ragazzi e giovani della zona.

anzio ragazzo ucciso coltellate
(Foto Pixabay)

La vittima è Leonardo Muratovic, un giovane pugile di origine romana che a seguito di una furiosa lite ha ricevuto due coltellate all’addome. Secondo i testimoni e come riporta Leggo i due si sarebbero azzuffati all’interno di un locale discutendo animatamente fino ad arrivare alle mani. Poi avrebbero proseguito a discutere in maniera tragica in strada.

Soccorsi immediati per il giovane pugile, morto poco dopo: la Polizia indaga sulla dinamica

anzio ragazzo ucciso coltellate
(Foto Pixabay)

Il ragazzo colpito dalle coltellate è stato subito soccorso e trasportato con urgenza in condizioni gravissime all’Ospedale di Anzio. Una volta arrivato in ospedale per il ragazzo non c’è stato nulla da fare: sarebbe morto lì qualche minuto dopo il suo arrivo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Madre accoltella il figlio di 11 anni e inscena una aggressione

Sulla scena e sulla dinamica indaga la Polizia e le forze dell’ordine ma il killer sarebbe, secondo quanto riporta Leggo, in fuga e si sarebbe allontanato tra la folla senza farsi notare. La vittima, Leonardo Muratovic era residente ad Aprilia, altro comune sul litorale sud di Roma.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Bambino disabile e con sindrome di Down scomparso nel nulla: il ritrovamento nel lago

Sarebbero ora in corso gli accertamenti sia sul luogo dell’accoltellamento per la ricerca di prove e testimoni, sia sulla ricerca del killer, ora in fuga. Le indagini sono affidate al Commissariato di polizia di Anzio e alla Squadra Mobile di Roma. Da come emerge dalle prime testimonianze e come riporta Leggo sembrerebbe che la lite sia nata per futili motivi.

 

Impostazioni privacy