Anna e Shana, unite dallo stesso cuore. L’incontro dopo 9 anni

TOTTI, ILARY E GLI ALIMENTI: NON C’E’ TREGUA . IL VIDEO NEL TG DI YESLIFE IN BASSO

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Reddito di cittadinanza, le nuove regole del governo Meloni

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —–> Caro bollette, stare a casa costa di più? Non l’avresti mai considerato, ma…

Una storia che ha commosso l’Italia, Anna e Shana si incontrano dopo 9 anni, ad unirle è lo stesso cuore. Quando si sono viste hanno pianto di gioia, si sono abbracciate ed hanno iniziato a conoscersi.

E’ stato un momento davvero unico e toccante, in molti suoi social, hanno commentato quell’abbraccio che le ha subito fatte entrare in sintonia, un momento pieno d’amore, di serenità, di condivisione.

Shana piange quando Anna dice: “Nel mio petto batte il cuore di suo fratello”, una frase inaspettata detta durante la conferenza stampa organizzata da Reginald Green, con l’unico scopo di incentivare la campagna per la donazione degli organi.

Nel mio petto batte il cuore di suo fratello Davide

Davide Parisella trapianto cuore
Davide Parisella – Facebbok – YesLife.it

Davide era il fratello di Shana, è morto il 19 marzo del 2013 all’età di 20 anni, a causa di un incidente stradale. Donare i suoi organi è stata una decisione molto difficile, comunica la famiglia con le lacrime agli occhi. Salvare altre vite è stata la consolazione più grande che ha mitigato il dolore causato dalla sua perdita.

A ricevere il prezioso dono è Anna quando aveva solo 17 anni, “Ho avuto una diagnosi di sarcoma dell’osso a 9 anni”, racconta commossa la ragazza. ” La chemioterapia mi portò uno scompenso cardiaco che peggiorò improvvisamente portando i medici dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, di fronte all’urgenza di un trapianto. Mi misero in lista d’attesa il 19 marzo e lo stesso giorno ci dissero che avevo una chance. Così cominciò la mia nuova vita”, conclude Anna.

Per prassi la Legge vieta che ci sia un rapporto tra i familiari del donatore ed il beneficiario, ma Shana ha fatto di tutto per incontrare Anna, voleva essere certa che Davide avesse salvato qualcuno, che il suo cuore, quel primissimo organo che si forma nell’istante in cui sboccia la vita, stesse battendo ancora per qualcuno.

Grazie a Facebook ha avuto questa occasione, un suo post è stato condiviso 65mila volte, il destino ha voluto che il 19 marzo del 2022 ricevesse quella telefonata tanto desiderata. Anna aveva intercettato Shana, dopo 9 lunghi anni le due donne si sono finalmente incontrate.