Terremoto Marche, nuova scossa in centro Italia

Terremoto Marche, non si ferma lo sciame sismico: nuova scossa nel centro Italia, grande paura tra la popolazione.

Terremoto ancora scossa centro Italia
Stazione di Ancona (Foto da Instagram) – YESLIFE.IT

Quest’oggi è tornata la paura in Italia. Questa mattina, intorno alle ore 7:07, c’è stata una violenta scossa di terremoto nel centro Italia. le più forti sono state quella di magnitudo 5.7 delle ore 7:07 e quella di magnitudo 4 alle 7:12. Numerosi i video diffusi sui social network in cui si vede tremare ogni cosa nelle abitazioni.

In serata, però, c’è stata un’altra scossa di terremoto molto forte. Alle ore 23:05 è stata registrata al largo di Ancona una scossa di magnitudo 3.5 gradi, a una profondità di 8 chilometri.

Terremoto in centro Italia, trema ancora la terra: nuova scossa in serata

Dopo le pesanti scosse di questa mattina, stando ai dati ci sono state ben 70 scosse di assestamento. In serata, però, la terra è tornata a tremare: c’è stata infatti una nuova scossa di magnitudo 3.5 gradi.

Terremoto ancora scossa centro Italia
Macerie (Fotografia da Instagram) – YESLIFE.IT

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Colto da un improvviso malore in auto: muore noto chirurgo

“Subito dopo la prima scossa la gente si è riversata in strada. Ci sono state più di 1200 chiamate, continua il monitoraggio della situazione sul territorio. Al momento non risultano danni gravi, sono in corso sopralluoghi”: queste le parole in mattinata del Governatore delle Marche Francesco Acquaroli. Il sisma è stato violentissimo ed è stato avvertito praticamente in ogni zona dell’Italia centro-settentrionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Raggiunto da una scarica elettrica mentre si asciuga i capelli: ragazzo muore folgorato

In serata, la terra è tornata a tremare. C’è stata una nuova scossa ad una profondità di 8 chilometri con magnitudo 3.5 gradi. Prosegue quindi lo sciame sismico: c’è grande paura nella zona. Per seguire in diretta la situazione, è possibile osservare i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia anche sui social network.