Silvia Romano | attacco alla sua abitazione | vetri in frantumi | VIDEO

Un uomo ha cercato di penetrare nella casa di Silvia Romano a Milano. Lei è la cooperante liberata nei giorni scorsi dopo una prigionia di un anno.

Silvia Romano
Intrusione in casa di Silvia Romano a Milano Foto dal web

Le forze dell’ordine hanno fermato un uomo che aveva provato ad entrare in casa di Silvia Romano. La giovane cooperante, liberata sabato scorso dai nostri servizi segreti dopo un anno e mezzo di prigionia vissuto in Somalia, abita a Milano nel quartiere Casoretto.

LEGGI ANCHE –> Silvia: chiuso il profilo Facebook, troppo odio social

La giovane è tornata con i suoi genitori in un appartamento del primo piano, dentro al quale i parenti della 25enne hanno notato la presenza di frammenti di vetro. Responsabile di ciò un cittadino egiziano, che ha provato ad entrare dentro. La polizia lo ha fermato e lui si è giustificato dicendo di volere “ringraziare la ragazza e darle un incoraggiamento dopo le assurde e crudeli critiche subite”. Critiche sorte dopo avere annunciato la sua conversione all’Islam ed essersi fatta vedere con abiti tipici della cultura musulmana.

LEGGI ANCHE –> Silvia Romano, “È una neo terrorista” e alla Camera scoppia il putiferio

Silvia Romano, uomo prova ad entrare in casa sua “per ringraziarla”

Una scelta che non è piaciuta a ‘Libero’, ‘Il Giornale’ e stampa e partiti politici di destra, capaci di vomitare addosso a Silvia insulti e disprezzo basato su assurdi stereotipi. Lei ha vissuto in Somalia in diversi campi di prigionia al seguito dei suoi carcerieri. Si tratta di militanti di un gruppo armato fondamentalista, Al-Shabab. Il suo rapimento aveva avuto luogo nel novembre del 2018, mentre si trovava in Kenya per prestare aiuto ai bambini poveri di quell’area del mondo

LEGGI ANCHE –> Silvia Romano, orologio d’oro al polso: ma è una bufala

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale , seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter