Decreto Ristori, indennità anche per altri lavoratori: i dettagli

Il Decreto Ristori a sostegno dei lavoratori in difficoltà. Tutte le novità a riguardo e le specifiche per i lavoratori dello sport

Riforma dell'Irpef: un unico assegno al posto di tanti bonus
Calcolatrice e soldi(foto Pixabay)

Il nuovo Dpcm del Governo ha mandato in tilt il mondo dei lavoratori, quelli che maggiormente sono stati più colpiti dallo stop totale o parziale delle nuove restrizioni. Fin da subito il presidente del consiglio Conte ha annunciato però che saranno erogate delle somme per sostenere i lavoratori in difficoltà con il Decreto Ristori. Tra questi c’è il mondo della ristorazione che in questi giorni è sceso anche in piazza per protestare chiedendo solo di voler lavorare.

Ma le agevolazioni del Governo sono rivolte anche ad altre categorie, come quelli dello spettacolo e dello sport. Per loro in arrivo 800 euro mensili. Il settore sportivo tutto sarà sovvenzionato insieme a tutti quei lavoratori che avevano già ricevuto le indennità previste dai decreti “Cura Italia” e “Rilancio”.

LEGGI ANCHE –>Covid, Piemonte: l’esercito monta tendoni agli ingressi degli ospedali

Decreto Ristori, le novità in programma

soldi
soldi (foto dal web)

Per ilo mondo dello sport il Decreto Ristori ed il relativo bonus da 800 euro arriverà, in tempi brevi secondo il Governo, ai lavoratori che collaborano con il Comitato Olimpico Nazionale (CONI), il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva che sono riconosciuti dal CONI e dal CIP.

Anche le attività dilettantistiche non saranno abbandonate. Il Governo ha istituito un Fondo da circa 50 milioni di euro dedicato alle associazioni e alle società sportive dilettantistiche che hanno dovuto fermare o ridurre la propria attività.

Da specificare è che questo bonus non sarà cumulabile con altre agevolazioni come ad esempio il reddito di cittadinanza o quello di emergenza. Come riceverlo? Tutti i lavoratori del mondo dello sport che hanno fatto già richiesta di indennità per i mesi passati non è necessario fare nulla.

LEGGI ANCHE –>Pandemia, i dati delle terapie intensive: la situazione regione per regione

Accadde oggi
Calcio – foto dal web

L’accredito sarà automatico anche per il mese di novembre. Per chi, invece, non ha beneficiato delle precedenti indennità deve fare richiesta tramite il portale online della società Sport e Salute Spa, entro e non oltre il 30 novembre 2020.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter