Rapisce e uccide l’ex: killer condannato all’ergastolo

La Teesside Crown Court condanna killer all’ergastolo per rapimento e omicidio dell’ex fidanzata. 

Andrew e Natalie
Andrew Pearson e Natalie Harker – Fonte Mirror

LEGGI ANCHE >>> Madre addolorata porta sempre con sé le ceneri del figlio

La Teesside Crown Court ha dichiarato colpevole Andrew Lee Pearson del rapimento e omicidio dell’ex fidanzata. Andrew Lee Pearson, 45enne di Chestnut Crescent, aveva pianificato la morte di Natalie Harker nei minimi dettagli. La donna è stata uccisa esattamente il 9 ottobre 2019, circa due mesi dopo la rottura del fidanzamento. La coppia si frequentava da circa 1 anno e mezzo e l’improvvisa fine della relazione non è stata affatto digerita dell’uomo. Contrariato e avvilito per la separazione, Andrew ha iniziato ad architettare il piano del delitto. L’omicidio è avvenuto in un bosco nel North Yorkshire. Scopriamo insieme i dettagli.

L’ORRORE NELLA TENDA

La tenda mimetica utilizzata da Andrew Lee Pearson – Fonte Mirror

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Family Man: il nuovo documentario su una tragedia reale

Il 30 settembre 2019, qualche giorno prima della sua morte e scomparsa, è stato registrato un bonifico da parte di Natalie sul conto bancario di Andrew. Il denaro è servito soprattutto per l’acquisto dell’attrezzatura ritrovata dalla polizia del North Yorkshire, quali nastro adesivo, coltelli e provviste alimentari.

L’ABUSO SESSUALE

Durante la sentenza, il giudice Stephen Ashurst ha dichiarato Andrew assassino e “colpevole della morte solitaria e indegna” dell’ex partner. La donna, scivolata e annegata nel fiume, è deceduta per asfissia. In seguito, l’abuso sessuale della vittima, incosciente o già morta, all’interno della tenda. L’ultimo videomessaggio ritrovato sul telefono dell’assassino è indirizzato a un suo amico, al quale confida l’uccisione della donna e l’intenzione di consegnarsi alla polizia.

Andrew Pearson e Natalie Harkes – Fonte TheNorthenEcho

LEGGI ANCHE >>> Messico, cade in una buca del cimitero durante i funerali della moglie: morto 60enne

Al termine della sentenza, amici e colleghi di Natalie Harker hanno confessato alla polizia che la donna era già da tempo vittima di molestie e comportamenti persecutori dell’ex.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Fonte Mirror e Richmondshiretoday