Adolf Hitler: il nuovo consigliere vince le elezioni politiche in Namibia

In Namibia, il nuovo volto vincitore delle elezioni politiche porta lo stesso nome dell’ex leader tedesco, Adolf Hitler.

LEGGI ANCHE >>> Estetista uccide madre e figlia con 30 coltellate: arrestata

Oggi, 3 dicembre, il signor Adolf Hitler Uunona è stato eletto nuovo consigliere distrettuale di Ompundha, una piccola città nell’estremo nord della regione di Oshana. L’uomo ha vinto le elezioni con l’85% dei voti durante le elezioni regionali. Secondo quanto riferisce il nuovo volto della sfera politica di Namibia, un paese dell’Africa sud-occidentale, il suo nome è puro frutto del caso. Suo padre, che lo ha chiamato proprio come il leader del Terzo Reich, probabilmente non era minimamente a conoscenza delle sue ideologie totalitarie. Hitler Uunona ha lasciato un’intervista al celebre tabloid tedesco Bild. 

HITLER E L’ATTIVISMO ANTI-APARTHEID

Africa – Fonte Gettyimages

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Scoperta agghiacciante: cadavere ritrovato in un bosco

Adolf Hitler Uunona, 54 anni è il nuovo eletto per il partito al governo Swapo. Durante l’intervista di Bild, l’uomo ha dichiarato di non avere niente a che fare con il razzismo. Inoltre, il nuovo politico ha riferito di non aver avuto problemi a crescere con un nome così ricco di storia nell’ex colonia tedesca. Difatti, Adolf è un nome oggi molto comune a Namibia, ai tempi chiamata Africa Tedesca del Sud-Ovest. Adolf non scrive mai il suo cognome sui social media; mentre preferisce utilizzare la firma completa per approvare i documenti ufficiali.

Africa – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Monolite dello Utah: il mistero continua

Cambiare nome non avrebbe senso, “è troppo tardi” dice, “ormai tutti mi conoscono come Adolf, ha ribadito il signor Uunona, molto amato per il suo attivismo anti-apartheid.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Fonte Africa news, Bild