Come curare i capelli grassi: rimedi naturali per ridurre l’eccesso di sebo

I capelli grassi sono un vero e proprio fastidio perché non solo rendono la nostra immagine particolarmente sciatta mettendoci a disagio a lavoro, con gli amici o con il partner ma anche perché bisogna lavarli molto spesso e questo può innescare un pericoloso circolo vizioso. 

capelli sani
I capelli grassi sono un problema da non sottovalutare se si ha particolare cura della propria immagine (Nastya_gepp/pixabay)

In questo articolo ti daremo qualche consiglio per fare in modo che i tuoi capelli si sporchino meno in fretta e ti spiegheremo come fare e quali prodotti (assolutamente naturali) usare per arginare i problema e non doverti più vergognare di te stessa sfoggiando una chioma da fare invidia.

Quali sono le cause principali che rendono i tuoi capelli grassi?

capelli
Perché i capelli diventano grassi: agire sulle cause è fondamentale per curare e prevenire (Free-Photos Pixabay)

Se sei arrivato fin qui è perché ti sarà sicuramente capitato di lavare i capelli al mattino e trovarli lievemente unti sulla cute alla sera. Ecco, i tuoi capelli sono grassi e ti creano problemi nella socialità e nel rapporto con la tua immagine.

Per risolvere il problema nel profondo è necessario conoscere le cause che portano la cute a  ricoprirsi di sebo così velocemente e dunque a sporcare i tuoi capelli.

Possiamo subito dirti che ci sono due cause principali che rendono i tuoi capelli grassi: il primo riguarda gli ormoni mentre il secondo ha a che fare con abitudini o comportamenti errati.

Come forse saprai, il sebo che produciamo ha una sua funzionalità e cioè serve a lubrificare il capello proteggendolo in modo naturale da eventuali aggressioni esterne che provengono dall’esterno come gli agenti atmosferici.

Eppure, in alcuni casi, succede che la produzione di sebo diventi veramente eccessiva accumulandosi sulla cute e intorno il bulbo pilifero fino a “colare” lungo i capelli rendendoli oleati e sporchi.

Dunque, questo vuol dire che è necessario fare in modo che la quantità di sebo prodotta sia quella necessaria cioè quella che serve a proteggere i capelli.

Ora, però, veniamo alle cause. Partiamo dalle cause ormonali e genetiche. Gli ormoni, infatti, esercitano molta influenza sui capelli, sulla loro salute, sulla texture e sulla crescita.

Mentre gli estrogeni hanno un effetto positivo sui capelli, il testosterone, e in particolare il “diidrotestosterone”, hanno un ruolo cruciale nei processi di diradamento. Se ritieni che il tuo possa essere un problema ormonale il nostro consiglio è quello di rivolgerti al tuo medico di fiducia.

Tuttavia, prima di ricorrere alle cure mediche, potresti provare a capire se ci sono delle abitudini o dei prodotti che utilizzi che portano la tua cute a ingrassarsi.

Inoltre, ci sono altre cause come lo stress o l’inquinamento a incidere profondamente sulla salute dei tuoi capelli. Non solo, anche l’abuso di shampoo troppo aggressivi o di pessima qualità compositiva porteranno i tuoi capelli a ingrassarsi.

LEGGI ANCHE -> Freddo, consigli pratici per combattere la forfora e idratare la cute secca

L’alimentazione giusta ed equilibrata per la tua chioma

dieta-lockdown
Un’alimentazione ricca di frutta e verdura aiuterà anche i tuoi capelli a splendere più a lungo (Pixabay)

Purtroppo, come ben sai, la tua bellezza dipende anche da come curi il tuo corpo e soprattutto da quello che mangi. Quanto è vero che noi siamo quello che mangiamo!

Infatti, sai bene che se la tua alimentazione sarà ricca di cibi grassi, molto raffinati e pieni di conservanti anche i tuoi capelli e la tua pelle, per esempio, saranno altrettanto grassi e di cattivo aspetto.

Questo serve per sottolineare che la cura dei capelli passa anche per un’alimentazione sana e ricca di fibre. Però possiamo specificarti che la tua dieta dovrà essere ricca di cibi freschi e di vitamine, soprattutto del gruppo B.

Tra gli ingredienti che porteranno benefici ai tuoi capelli ci sono i legumi, le verdure verdi, il riso e i cereali integrali, il pesce, le uova e ovviamente moltissima acqua. Più manterrai idratato il tuo corpo e meglio sarà.

Infine, evita gli zuccheri di ogni tipo, le bevande alcoliche, la carne rossa e chiaramente il cibo fritto.

LEGGI ANCHE -> Come lavare i capelli: tutti gli errori da evitare per una chioma perfetta

Lavare i capelli: quante volte a settimana?

shampoo
Lavare i capelli di frequente non farà bene ai capelli se si ha una cute molto grassa (Foto di jacqueline macou da Pixabay)

Per chi ha i capelli grassi quella del lavaggio è una nota dolente. I parrucchieri esperti consigliano di lavarli solo quanto è strettamente necessario. Eppure chi soffre di questo problema sa che è necessario quasi tutti i giorni.

Lavando i capelli troppo di frequente infatti succede che si innesca un vero e proprio circolo vizioso perché quando la cute viene liberata dal grasso le ghiandole sebacee ne produrranno ancora di più per protezione.

Accadrà per tanto che più laverai i tuoi capelli e più avranno bisogno di essere lavati. L’unica cosa possibile è dunque resistere alla tentazione ed elaborare degli stratagemmi per fare in modo di lavare i capelli solo tre volte a settimana.

Adesso, dunque, ti daremo qualche piccolo consiglio per provare a ridurre la portata del problema. Come prima cosa evita di spazzolarli troppo. Usa un pettine in legno per districare i nodi e poi inizia a lavarli.

Stai attenta alla temperatura dell’acqua, fai in modo che non sia troppo calda ma che si aggiri intorno ai 30 gradi. In più, questo è un piccolo trucco, fai l’ultimo risciacquo solo con acqua fredda.

Infine, non usare il balsamo per nessuna ragione al mondo. Al massimo, se vedi che le punte sono eccessivamente secche, mettine una noce sulle lunghezze e risciacqua abbondantemente.

LEGGI ANCHE -> Maschera capelli all’aloe vera: ricette facili e dal successo garantito!

Consigli sullo shampoo, quantità e tipologia

idratazione
Scegliere il giusto detergente per la cute è fondamentale se si vuole risolvere il problema dei capelli grassi (Foto di timokefoto da Pixabay)

In commercio esistono moltissimi tipi di detergenti per capelli grassi. Quello che ti consigliamo è innanzitutto di comprare uno shampoo specifico e uno neutro in modo da favorire l’alternanza.

Un’altra cosa molto importante è la quantità di detergente che userai. Il nostro consiglio è quello di usarne una ridotta quantità come una moneta. Massaggia molto bene con i polpastrelli e non con le unghie e risciacqua abbondantemente.

Non fare più di un lavaggio e soprattutto non usare il balsamo perché non farà altro che ingrassare i capelli. Se proprio non puoi farne a meno mettine un poco sulle punte e risciacqua abbondantemente avendo cura di non lasciare residui di balsamo sui capelli

Il numero massimo di volte a settimana in cui ti sarà consentito lavare i capelli è tre. Questo vuol dire che dovrai escogitare dei metodi per stare a tuo agio con te stessa come ad esempio fare le trecce o uno chignon.

Legare i capelli può essere sì un modo per camuffare l’eccesso di sebo sulla cute ma allo stesso tempo devi provare a non tirare i capelli energicamente perché questo non farà altro che peggiorare la situazione.

LEGGI ANCHE -> Maschera capelli allo yogurt: ricette efficaci e semplici da fare!

Le cattive abitudini da abbandonare

doccia
L’acqua e la sua temperatura possono influire in modo negativo sull’aspetto dei nostri capelli (955169 da Pixabay)

Tra le cattive abitudini che devi assolutamente abbandonare se vuoi avere dei capelli sani e lucenti c’è senza dubbio l’asciugatura ad alte temperature. Devi sapere, infatti, che usare un phon molto potente a una temperatura elevata non farà altro che acuire il problema.

L’asciugacapelli va tenuto a circa 10 centimetri di distanza dalla cute e nel frattempo ti consigliamo di spazzolare con un pettine in legno in modo tale da districare i nodi e non stressare eccessivamente la cute.

Come ti abbiamo già ribadito, il detergente che andrai ad usare non dovrà essere aggressivo perché non farebbe altro che accentuare il problema dell’eccessiva produzione di sebo. In più alterna uno shampoo specifico a uno neutro e non te ne pentirai!

Un altro prezioso consiglia riguarda l’uso di oli, balsami e gel a livello del cuoio capelluto. Il suggerimento è di evitarli perché potrebbero accentuare l’aspetto lucido e unto tipico dei capelli grassi. Usa il balsamo solo sulle lunghezze se lo ritieni indispensabile.

Infine, tra le cose che devi smettere di fare immediatamente c’è quella di passare frequentemente le mani nei capelli o spazzolarli eccessivamente.

LEGGI ANCHE -> Capelli spenti e opachi: rimedi naturali e altri consigli utili!

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Gli antichi ed efficaci rimedi fai da te

limoni
I rimedi antichi sono spesso molto efficaci se abbinati a uno stile di vita sano e una cura adeguata del cuoio capelluto (stevepb/pixabay)

Fin qui abbiamo parlato dei comportamenti necessari a evitare che la cute si ingrassi troppo velocemente mettendoti in imbarazzo. Ora, però, ti parleremo di alcuni metodi fai da te, quelli della nonna per intenderci, che ti aiuteranno a ridurre il problema.

Si tratta di elementi naturali al 100% dalle proprietà benefiche che se utilizzati nel modo giusto ti aiuteranno in modo incredibile.

  • L’aceto di mele. Si tratta di un liquido dalle incredibiliproprietà detergenti e sgrassanti che veniva usato in antichità per lucidare e disinfettare. Prendi un batuffolo di cotone e impregnalo di aceto di mele. Dopodiché, prima di lavare i capelli, tampona la cute e tienilo in posa per circa venti minuti. Poi lava i capelli normalmente e vedrai che i tuoi capelli acquisteranno luminosità e vigore;
  • Il limone. Come saprai, spesso, il limone viene utilizzato per lucidare e disinfettare. Nel caso dei capelli grassi il suo succo ha anche un potere sgrassante perfetto per curare quel tipo di problema. In questo caso dovrai lavare i capelli con uno shampoo adeguato, sciacqua e spremi il succo di un limone sulla cute bagnata. Lascia in posa dieci minuti, risciacqua e sarai pronta;
  •  L’argilla. Un altro metodo per seccare la cute consiste nel realizzare una maschera con l’argilla in polvere. Ti basterà in questo caso versare in una ciotola una manciata d’argilla verde in polvere che potrai tranquillamente comprare in erboristeria. Alla polvere aggiungi un bicchierino da caffè di aceto e uno di acqua. Mescola per bene fino a ottenere una crema che dovrai applicare sui capelli sporchi per almeno venti minuti. Quando il tempo sarà trascorso basterà risciacquare e lavare i capelli normalmente;
  • La menta. Spesso sui detergenti per capelli grassi leggiamo che sono a basa di menta perché quest’erba aromatica ha delle incredibili proprietà sgrassanti. Il nostro consiglio, dunque, è quello di usarla in modo naturale. Metti un mazzetto di foglie di menta in un mortaio e pestale fino a farne una crema che dovrai applicare sui capelli bagnati per circa dieci minuti. Scaduto il tempo risciacqua e asciuga la tua chioma;
  • L’amido di mais. Questo è uno dei rimedi più antiche e allo stesso tempo più efficaci. Ti basterà versare un cucchiaio di farina di mais o amido di mais in un recipiente con un pizzico di sale e pepe e applicate il composto sui capelli asciutti, come se fosse un normale borotalco. Lasciate in posa 15 minuti ed eliminate via la maschera con una spazzola. In questo caso non è necessario lavare i capelli, basterà solo pettinarli avendo cura di rimuovere l’amido di mais. Questo procedimento puoi ripeterlo tre volte a settimana;
  • La rucola. Esattamente come per la menta, anche la rucola ha delle proprietà sgrassanti e soprattutto rinfrescanti. Anche in questo caso potrai tranquillamente mettere in un mortaio un mazzetto di rucola e pestarla con dell’acqua fino a ottenere una crema. Quando il composto sarà liscio basterà versarla sulla cute e massaggiare per dieci minuti. Infine, lascia agire per circa venti minuti e lava i capelli.

Questi erano dei metodi antichi per combattere l’eccessiva produzione di sebo che venivano usati dalle nostre nonne quando non erano presenti sul mercato prodotti specifici. Ti invitiamo a seguire questi consigli e usare prodotti naturali e biologici.

Tuttavia, se non sarai soddisfatta del risultato puoi tranquillamente rivolgerti a un tricologo che analizzerà il tuo problema e preleverà un campione dei tuoi capelli, lo studierà e ti fornirà una cura mirata che speriamo possa aiutarti.