Paolo Rossi, la sua reazione quando ha saputo della morte di Maradona

Paolo Rossi, dopo la sua morte la moglie Federica racconta il momento in cui ha detto al marito della morte de El Pibe de Oro

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Cappelletti (@cappellettifederica)

Paolo Rossi, il campione azzurro che ha portato alla vittoria dei Mondiali dell’82 contro la Spagna il nostro Paese si è spento la scorsa settimana lasciando tutti di stucco. A soli 64 anni per una brutta malattia. Il suo ricordo continua a riecheggiare tra giornali e televisioni.

La famiglia non si è espressa molto, chiusa in un dolore atroce, aggravato poi dal furto in casa nelle ore successive alla morte dell’ex calciatore. Sua moglie Federica Cappelletti ha però parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli ricordando gli ultimi giorni di vita del calciatore. Ha voluto ricordare la reazione di Paolo Rossi quando ha saputo della morte di Maradona.

“Quando è morto, la televisione era spenta ma tutti ne parlavano – ha raccontato Federica – Io mi sono avvicinata al letto in cui stava Paolo, gliel’ho detto e lui si è messo a piangere come un bambino”. Rossi evidentemente non stava già bene ma la notizia lo ha destabilizzato.

El Pibe de Oro lo scorso anno aveva scritto a Rossi, ha raccontato sempre la moglie: “Hai regalato tanto al calcio, grazie” riferendosi proprio alla vittoria ai Mondiale dell’82.

LEGGI ANCHE –> Paolo Rossi e la malattia: cosa è accaduto al grande campione. I dettagli

Paolo Rossi, dopo la sua morte tanto affetto per la famiglia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Cappelletti (@cappellettifederica)

LEGGI ANCHE –> Furto in casa di Paolo Rossi durante il funerale, svaligiata l’abitazione di Bucine

“Ci chiamano da tutta Italia” ha raccontato Federica Cappelletti raccontando l’enorme affetto che lei e tutta la sua famiglia sta ricevendo in questi giorni dopo la morte di Paolo Rossi.

“Me lo aspettavo, ma non così tanto”, ha ammesso la giornalista che ha spiegato che appena avrà le ceneri del marito gli dedicherà una commemorazione a Prato.

La città toscana intitolerà al campione anche lo stadio e il Perugia il settore giovanile e tutta l’Italia chiede di fare intitolazioni a Paolo Rossi, non solo stadi ma anche piazza e via ha raccontato Federica. “L’ondata d’affetto ci ha travolti da tutto il mondo” ha ammesso.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Cappelletti (@cappellettifederica)

Ed infine la Cappelletti ha voluto fare una precisazione su una storia vecchia e senza fondamento, la questione del Napoli. “Paolo non ha mai rifiutato il Napoli. Mi ha sempre detto che avrebbe giocato volentieri in azzurro ma con una squadra competitiva, perché lui voleva vincere”.