Covid-19, il bollettino del 9 luglio: 1.390 nuovi casi e 25 morti

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, venerdì 9 luglio, ha comunicato i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Bollettino coronavirus mappa regione
(Ministero della Salute)

Con il consueto bollettino è stato aggiornato lo stato dell’epidemia da Covid diffusasi in Italia. Stando ai dati del Ministero della Salute, i casi di contagio dall’inizio dell’emergenza sono saliti a 4.268.491, ossia 1.390 unità in più di ieri. In calo i soggetti attualmente positivi che sono pari a 41.396 (-73), così come i ricoveri in terapia intensiva: 169 in totale e 11 in meno di ieri. I guariti sono 4.099.339 con un incremento di 1.434 unità rispetto a ieri. Si aggrava il bilancio delle vittime con 25 decessi registrati nelle ultime 24 ore che hanno portato il totale a 127.756.

La Regione Abruzzo, si legge nelle note, ha segnalato, l’eliminazione di 2 casi (1 duplicato e 1 già segnalato da altra Regione). Anche il Friuli Venezia Giulia ha eliminato dal totale 2 casi (1 in quanto positivo al test antigenico ma non confermato da test molecolare e 1 test positivo rimosso da un laboratorio dopo revisione del caso). La Provincia Autonoma di Bolzano ha segnalato che tra i 12 nuovi positivi, 4 derivano da test antigenici successivamente confermati da test molecolare. Infine, la Regione Umbria specifica che il decesso segnalato in data odierna fa riferimento ai mesi precedenti.

Covi-19, bollettino: i numeri in Italia giornata di giovedì 8 luglio

Il Ministero della Salute ha aggiornato ieri lo stato dell’epidemia da Covid diffusasi in Italia da oltre un anno attraverso il consueto bollettino giornaliero.

Coronavirus
(Getty Images)

Stando ai dati, le persone risultate positive al virus complessivamente erano salite a 4.267.105. In calo il numero dei soggetti attualmente positivi che ammontavano a 41.469. Stabili i pazienti in terapia intensiva: 180 in totale. Le persone guarite dall’inizio dell’emergenza erano 4.097.905. Purtroppo il bilancio delle vittime totale nel nostro Paese saliva a 127.731.

La Regione Emilia Romagna, si leggeva nelle note, eliminava dal totale 2 casi, in quanto positivi al test antigenico ma non confermati da test molecolare. Per la stessa ragione, il Friuli Venezia Giulia sottraeva 1 caso. La Provincia Autonoma di Bolzano comunicava che tra i 5 nuovi positivi1 derivava da test antigenico successivamente confermato da test molecolare.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino dell’8 luglio: 1.394 nuovi casi di contagio e 13 decessi

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di mercoledì 7 luglio

Aggiornato mercoledì lo stato dell’epidemia da Covid diffusasi in Italia. Stando al bollettino, le persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza erano 4.265.714. In calo i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 41.840, così come quello relativo ai pazienti ricoverati in terapia intensiva. Le persone guarite erano 4.096.156. Si aggravava ancora il bilancio delle vittime che portavano il totale a 127.718.

La Provincia Autonoma di Bolzano comunicava che tra i 6 nuovi positivi, 1 derivava da test antigenico successivamente confermato da test molecolare. Il Veneto comunicava che alcuni casi confermati da test antigenico essendo stati successivamente confermati da test molecolare erano stati riclassificati tra quest’ultimi.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 7 luglio: 1.010 nuovi casi e 14 vittime

Green pass, cosa devono fare i vaccinati se non è ancora arrivato

Il Green Pass viene rilasciato quando ricorrono determinate condizioni. Completamento del ciclo vaccinale (validità 270 giorni), somministrazione della prima dose (in questo caso sarà valido 15 giorni dopo e fino al completamento del ciclo vaccinale), negativizzazione dal Covid-19 (durata 6 mesi). Tampone risultato negativo nelle ultime 48 ore.

Per riceverlo il Governo ha messo a disposizione strumenti analogici e digitali. Questi ultimi fruibili tramite app come IO o Immuni. Quanto ai primi, invece, rivolgendosi al proprio medico o in farmacia.

Ma cosa accade se, nonostante ricorrano tutte le condizioni il cittadino non riceve il suo Green Pass soprattutto se devono effettuare viaggi all’estero? In soccorso dei vari Paesi che stanno avendo problemi a causa di alcuni bug è giunta l’Unione Europea. Come? Contemplando la possibilità di predisporre una autocertificazione cartacea si da consentire ai cittadini di attestare una delle condizioni – se ricorrenti- che gli consentirebbero di avere il certificato verde. Un palliativo che sarà in uso fino al 12 agosto.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Green pass, cosa devono fare i vaccinati se non è ancora arrivato

Monitoraggio Iss, brutte notizie: salgono Rt ed incidenza dei casi

Pessime notizie giungono dall’ultimo monitoraggio congiunto di Iss e Ministero della Salute. Secondo la bozza che a breve dovrebbe essere divulgata nella sua ufficialità, l’indice Rt sarebbe aumentato allo 0.66 come anche i casi di contagio: 11 ogni 100mila abitanti.

Un quadro ben diverso rispetto a quello della scorsa settimana, dunque, che vedeva i due valori –rispettivamente- allo 0.63 e 9 ogni 100mila abitanti. Ma che i dati non sarebbero stati positivi lo si evinceva anche dai quotidiani bollettini dove i nuovi casi nelle scorse settimane hanno mostrato un trend in salita. Solo ieri si parlava di +1394. Fortunatamente, però, la pressione sugli ospedali è diminuita ed i posti in terapia intensiva restano stabili. Di certo, questo, merito della campagna vaccinale.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>  Covid-19, brutte notizie dal monitoraggio Iss: salgono Rt e incidenza dei casi


Ma a preoccupare maggiormente resta la diffusione della variante Delta la quale starebbe surclassando la Alfa. Un processo di naturale sostituzione che però fa molta paura considerando la sua maggior contagiosità ed aggressività.