Telegram, allarme per gli utenti: “Succederà anche a voi”

Telegram incalza WhtasApp ma non tutto va per il verso giusto. C’è da fare attenzione alla rete oscura. Potresti caderci anche tu

Telegram è da anni, ormai, la spina nel fianco di WhatsApp. Le due app di messaggistica sono molto simili tra di loro e quella di colore blu sta acquistando sempre più terreno. C’è da dire però che WhatsApp rimane imbattibile, la prima in assoluto ad aver rivoluzionato le comunicazioni e senza la quale oggi, anche a livello professionale, non si potrebbe più stare. Tutti ce l’hanno a differenza di Telegram che resta ancora legata ad un pubblico minore.

Telegram
Telegram (Foto di more photos boosty.to/victoria_art_music da Pixabay)

Telegram sta al passo con i tempi e cerca di rendere sempre più interessante la sua offerta. Negli ultimi tempi però c’è qualcosa che non va. Se lo usate fate attenzione perché nella rete oscura potreste cadere anche voi. Cosa succede? Adesso ve lo spieghiamo.

Telegram, c’è da fare attenzione: ecco perché

Logo telegram
Logo telegram (Foto di Nyoman Suartawan da Pixabay)

Telegram nei guai ultimamente. Cosa accade? Chi si intende di tecnologia lo sa bene. Le polemiche nei confronti dell’app di messagistica sono state pesanti e la situazione è da attenzionare.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Al passo con la scienza: completata la mappa del genoma umano

A quanto pare nella fitta rete degli interscambi via chat si muove di tutto. Telegram, infatti, è stata accusata di aver un grado di controllo molto basso. Secondo le ultime indagini sulle chat del social, girerebbe materiale di ogni genere, dal pedopornografico al revenge porn. Foto condivisione o rubate?

È questa la leggera linea che viaggia sulla diffusione di foto private e che ha fatto scattare l’allarme sul grado di sicurezza e di privacy che c’è realmente nelle chat di Telegram. Il sospetto, è infatti, quello dell’accesso illegale e facilitato nelle chat ed in rete diffondendo quelli che sono contenuti privati. Viene da pensare così che le chat siano poco controllate.

Telegram come risponde alle accuse? Che la sicurezza è solida e la struttura responsabile. Negli ultimi tempi l’app ha anche alzato il livello di privacy inserendo la richiesta di accesso nei gruppi pubblici così da dare agli amministratori la possibilità di poter controllare il profilo che richiede di farne parte.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> WhatsApp: il trucco veloce per scrivere i messaggi in un attimo….

Attenzione dunque a quello che succede in chat perché anche tu potresti esserne vittima. La privacy è essenziale e vederla violata senza il proprio consenso non è affatto piacevole.