Maurizio Costanzo è costretto a farlo: per il giornalista è un momento difficile

Maurizio Costanzo carriera
Maurizio Costanzo – Facebook – YesLife.it

 

Maurizio Costanzo dovrà farlo, per il giornalista non si sono più speranze, è davvero arrivata la “sua ora” 

Di Alessia Conte 

04 Dicembre 2022 

Chi è Maurizio Costanzo

Giornalista, autore, conduttore, sceneggiatore italiano e regista, Maurizio Costanzo è un pilastro della televisione italiana. Ha iniziato la sua carriera a soli 18 anni come cronista del Paese sera, a 22 anni ha iniziato a collaborare con Tv Sorrisi e Canzoni e negli anni ’80 da vita al programma che lo renderà celebre in tutta Italia, Maurizio Costanzo Show, un salotto nel quale si discute di attualità, politica, spettacolo, cronaca, diventato famosissimo in poco tempo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: 

Maurizio Costanzo età
Maurizio Costanzo – Facebook – YesLife.it

La condanna per diffamazione ed il risarcimento

Strano ma vero, il giornalista è stato condannato per diffamazione in quanto ha dato un giudizio durante un’intervista. Ad emanare la sentenza è stata la giudice Maria Elena Cola, del Tribunale di Ancona, la quale ha condannato Maurizio ad un anno di reclusione, con la sospensione della pena subordinata al pagamento di 40mila euro, intesi come risarcimento ai danni della parte offesa.

Come sono andati i fatti?

La condanna arriva dopo che il giornalista ha commentato l’operato del giudice sul caso di Gessica Notaro, dicendo: “Complimenti al gip“, in diretta televisiva. In prima istanza il giornalista è stato diffidato poi è stato condannato lo scorso 2 dicembre. La sua posizione si è aggravata nei confronti del giudice Vinicio Cantarini, 56 anni, pm nelle indagini preliminari di Rimini sul caso di Gessica Notaro. Il fatto risale al 20 aprile 2017 e solo quest’anno si è avuta la condanna.

Maurizio Costanzo  matrimonio maria
Maurizio Costanzo – Facebook – YesLife.it

La frase che ha incastrato Maurizio Costanzo

Durante la trasmissione si parlava della misura cautelare emessa nei confronti di Edson Tavares, ex compagno di Gessica Notaro, sfregiata al viso con dell’acido il 10 gennaio del 2017. Tale misura riguardava gli episodi di stalking precedenti all’attacco con l’acido, in questo caso il gip aveva disposto il divieto di avvicinamento mentre la procura gli arresti domiciliari. “Mi voglio complimentare col gip. Dico al Csm, al Consiglio Superiore della Magistratura: fate i complimenti da parte mia a questo gip che ha deciso questo”, disse Maurizio. La difesa del giornalista ricorrerà all’appello in quanto ha sottolineato che non era una frase diffamatoria ne tantomeno vi fosse volontà lesiva.