Centinaia di gatti salvati dal commercio di carne in Cina

Il commercio di carne di cane è noto. Ogni anno, durante il periodo dello Yulin Festival, poche persone sanno dell’esistenza di questa industria. Ma gli attivisti degli animali lavorano duramente tutto l’anno per porre fine al commercio di carne di cane. Non accade soltanto durante il periodo del festival e in Cina: è un problema un po’ più diffuso. C’è il festival della carne di cane Boknal in Corea del Sud, così come le industrie di carne di cane in Nigeria, Filippine, America Latina. Ma ciò che riceve ancora meno attenzione è l’orribile commercio di carne di gatto.

Secondo Stop Dog and Cat Meat Trade Worldwide, la carne di gatto viene consumata in Camerun, nelle province del Guangdong e Guangxi in Cina ed in alcune parti dell’America Latina; è persino legale uccidere gatti in 44 stati degli Stati Uniti. Come il commercio di carne di cane, i gatti utilizzati per l’industria della carne vengono spesso rubati alle famiglie, il macello e la preparazione sono spesso non regolamentati e il consumo di carne è collegato ad infezioni e altre malattie.

Tutto ciò può sembrare strano in un paese come gli Stati Uniti, dove cani e gatti sono considerati compagni e non fonti di cibo. C’è da dire però che altre razze di animali vengono consumate in America, e siccome ciò viene considerato normale lo è altrettanto il consumo di carne di cane e gatto in molte culture. Quindi, prima di puntare il dito verso culture e regioni specifiche del mondo, bisognerebbe guardare le cose con un occhio maggiormente critico. Tuttavia, solo perché si tratta di tradizione non lo rende giusto o accettabile. La crudeltà estrema è sempre sbagliata.

Di recente, la polizia cinese ha sequestrato un camion con 307 gatti vivi diretti verso ristoranti non regolamentati. Gli animali sono stati inviati alla Small Animal Protection Association per essere trattati e inoculati. Sfortunatamente, 32 di loro sono morti, ma gli altri sono stati tutti salvati.

Articoli correlati